Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Articoli : 0
Totale Parziale : 0,00
Mostra Carrello Cassa

Maietta:

Maietta: “Stiamo facendo fatica davanti”

Capitano di serata in assenza di Daniele Gastaldello, Mimmo Maietta è stato anche questa volta protagonista di una gara generosa. A fine match il difensore analizza l’amara sconfitta con l’Udinese e indica la via d’uscita da questo momento difficile.

Il momento della squadra – «Avevamo preparato la partita in questo modo, dovevamo difenderci per poi ripartire e far male all’Udinese nell’arco della partita. Poi è capitata l’espulsione, ci stavamo difendendo anche bene, poi è stata una questione di disattenzione: a volte serve tenere palla, fare un fallo tattico. Occorre malizia, non voglio dire se c’era fallo o meno, anche se quando c’è un fallo a metà lo danno sempre agli altri. Pensavo veramente di portare a casa un punto. È andata come contro la Lazio: abbiamo subito ma il gol non può arrivare in questo modo, da un difensore. Dà fastidio e brucia, anche perché abbiamo speso tante energie per poi portare a casa zero punti».

Solo nel deserto nel primo tempo? – «Anche Marios ha fatto una buona partita, così come gli altri. Solo che quando arriviamo in avanti non diamo l’impressione di crederci fino in fondo. Siamo una squadra con palleggiatori molto bravi ma ultimamente sta andando così».

Ingenuità di Pulgar? – «Forse nel primo fallo è stato un po’ eccessivo l’arbitro. Ci sta e ci stava il secondo intervento, anche perché era su una ripartenza. Il ragazzo ha dovuto fare fallo e ha fatto fallo: è andata male».

Già sei espulsioni – «E quante ce n’erano? Pochissime. Loro giocavano a braccia aperte e potevano fare quello che volevano, noi veniamo richiamati, ammoniti ed espulsi».

Come si esce dalla crisi? – «Stando uniti, lavorando tanto e pensando che le partite non finiscono al 90′ ma al 97′. Dobbiamo lavorare, lavorare e lavorare. Stiamo facendo fatica davanti in particolare nelle ultime partite. Prima ci arrivavamo facendo anche un bel gioco. Con l’Atalanta c’è stata bravura loro e demerito nostro, oggi la stessa cosa: dobbiamo farci un esame di coscienza e lavorare anche per aiutare gli attaccanti. Il mister è bravo a trovare la chiave e abbiamo fiducia in lui».

Atalanta e Udinese: si soffre contro squadre fisiche? – «Non direi. L’Atalanta è sì una squadra fisica, ma è una squadra più che altro che corre. L’Udinese è una squadra fisica ma eravamo riusciti a tenere botta: chi ci ha fatto gol è stato un difensore nel finale di gara».

Foto: bolognafc.it

Please follow and like us:
Facebook
Facebook
Google+
Google+
http://www.zerocinquantuno.it/notizie/conferenze-stampa/maietta-stiamo-fatica-davanti/
Instagram