Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Articoli : 0
Totale Parziale : 0,00
Mostra Carrello Cassa

Acquafresca-Bologna, c'è la rescissione. L'attaccante va a Terni

Buon 2017

Sarebbe facile chiedere giocatori da 15-20 milioni dice Donadoni ai microfoni, e sarebbe facile anche sentirsi rispondere di no possiamo aggiungere serenamente.
La vittoria di Pescara contro una squadra devastata (che però ha tirato fuori un po’ di orgoglio a Palermo) ha pressoché seppellito i timori legati alla salvezza. Il Bologna si ritrova quindi a dover passare indenne il mese di gennaio senza rischiare troppo in fase di mercato sia in entrata che in uscita.
Ci sarebbe l’annoso problema della solitudine di Destro, un numero primo che pare vada lasciato obbligatoriamente isolato come uno spuncione di roccia nel Pacifico, pena non si sa bene che cosa.
Servirebbe, e ormai lo ripetono anche i cinesi dei bar dei cinesi, un compagno d’attacco che possa giocare con lui ed eventualmente sostituirlo. Considerando che difficilmente potrà essere Acquafresca, anche se la centosettantatreesima possibilità non si nega a nessuno, rimarrebbe il solo Sadiq che però in questo inizio di campionato diciamo non essersi dimostrato prontissimo. Per lui vale il CBCR sentenziato dalla Roma (Cresci Bene Che Ripasso).
Il mister continua a lanciare ami ed esche per Biabiany, ma il guadalupense non gioca una stagione intera dal 2013/14, così come Cerci che se fosse quello di Torino lo andremmo a prendere con la Panda a Madrid. Del resto è lunga e famosa la lista dei giocatori rinati a Bologna ed anche se pensavamo di esserci messi quel periodo dietro le spalle, qualora tra i rinforzi arrivasse uno dei due è esattamente alla piscina di Cocoon che hanno a Casteldebole che dobbiamo votarci.
C’è anche un problema in uscita, perché soprattutto agli scontenti andrebbe data una possibilità. Ad esempio, cosa è successo a Donsah? Mi auguro solamente che non venga valutata l’ipotesi di privarsene definitivamente, perché poi sarebbe difficile continuare a sostenere di avere un progetto legato ai giovani.
Lo scorso anno a gennaio arrivarono Constant, Zuniga e Floccari.
Beh, speriamo di fare meglio, non dovrebbe essere un obiettivo fuori portata.
Nel frattempo godiamoci queste feste e prepariamoci alla sfida con la Juve, come dicono i saggi si parte da zero a zero e come succede ai tifosi la speranza di farli a fette echeggia in ogni cuore.

Buon 2017 Bologna e buon 2017 a tutti voi.

Forza Bologna, sempre.

Bente

© Riproduzione Riservata