La Bottega del Buonumore

Progettualità - L’intento e la vocazione dell’associazione è la promozione del teatro in tutte le sue forme e sfumature

Leggi tutto..

http://www.zerocinquantuno.it/tutto-zo/sponsor/12885-l-accademia.html

Rubriche

Un muto che parla con un sordo

antonio conte

Continua a piovere, due terzi del governo ladro. La sosta di campionato imminente, la salvezza ad un passo ed il tacere di qualsiasi notizia che riguardi il Bologna rendono di stanca attualità unicamente il penoso show di Conte al Dall’Ara e quanto ne è seguito a livello mediatico.
Lo stesso evento, a seconda di come viene presentato, appare e viene commentato in maniera opposta. Certo, leggendo che la curva del Bologna ha esposto striscioni offensivi verso l’Heysel e Scirea, leggendo che Conte ha esultato con i suoi tifosi e che il pullman della Juve è stato accolto a sassate e bastonate verrebbe da esprimergli solidarietà. Questo è quanto è stato raccontato al grande pubblico ed è anche quello che in molti ormai pensano nella stessa Bologna. E’ la legge del più forte, di chi urla di più, piange di più, paga di più. Poco importa che lo striscione in questione fosse una rima (bianconero-cimitero) usata per secoli anche contro la Virtus che, a quanto mi risulta (poi magari Sky e la rosa mi smentiranno), con l’Heysel e Scirea nulla ha a che fare.
Poco importa che Conte abbia esultato sguaiatamente verso la tribuna a partita in corso e non verso il settore ospiti a partita finita e, ancora, nulla importa che di bastoni e sassi, ad accogliere il pullman della Juve non ce ne fossero stanto alle immagini che si trovano anche in rete.
Certo, sarebbe meglio che gli striscioni non lasciassero dubbi, sarebbe bello che il pullman arrivasse allo stadio senza assembramenti ed insulti. Del resto sarebbe anche stato bello anche un calcio senza la penosa vicenda calciopoli, senza squalifiche per omessa denuncia, sarebbe stato giusto evitare tutte quelle provocazioni dei 30 sul campo, sarebbe stato gradevole ricevere delle scusee ci saremmo divertiti di più senza quella decina d’anni di furti con scasso.
Un muto che parla con un sordo.
Vedere come la realtà viene distorta però fa rabbia, più della sconfitta sul campo che a ben guardare, oltre che meritata, è nell’ordine naturale delle cose se valutiamo il costo delle due squadre. (Ti piace vincere facile? Sembra quel pezzo di Aldo, Giovanni e Giacomo che giocano a biliardino con un bimbo ed esultano come se avessero battuto il campione del mondo)
Cosa si aspettano da noi? Il giornale, l’abbonamento alla pay-tv o il canone Rai lo paghiamo alla stessa identica maniera. Sappiamo ancora prima di cominciare che il gioco sul campo è viziato da uno squilibrio economico che viene colmato solo in casi eccezionali. Come non bastasse siamo costretti ad assistere al lamento dei carnefici e alla distorsione palese di fatti che spruzza fango sull’unica cosa che in fondo ci rimane: la dignità. Possibile che in tutto questo non esista un professionista serio che invece che cavalcare i soliti clichè legati a violenza, razzismo, soluzione inglese e voglia di rendere lo stadio una specie di orgia amorosa e perbenista tra tifosi avversari, non punti il dito su come spesso nascano iniziative di solidarietà proprio da quegli stessi tifosi? Possibile che nella presentazione del prodotto “calcio” non si rimarchi come l’emozione che rende godibile una partita di calcio vista dal vivo non passi soprattutto attraverso la passione ed il colore di quei ragazzi?
Io sono lontanissimo dal mondo ultras e non ne condivido troppe cose per farne una difesa acritica e di principio. Rimango però ogni volta sorpreso da come pare che dire la cosa “politicamente corretta” sia necessario per non scalfire in nessuno le semplici equazioni dei luoghi comuni.
“Fare la morale” ad un tifoso di calcio pare sia ormai un obbligo. Spesso questa morale non viene da persone migliori, anzi.
Certo che è difficile tenere in equilibrio passione ed eccesso, lo è in tutte le situazioni della vita, anche quando ti innamori per dire. Eppure c’è spazio solo per le reprimende e quando invece i tifosi stupiscono in iniziative lodevoli il tutto si limita ad un trafiletto, se siamo fortunati.
Non fa notizia.
E quando la notizia negativa non c’è la inventiamo.
Tornando al caso Conte, o alle lamentele di juventini insultati perché beatamente circolanti con sciarpe che garrivano nel dintorni del Dall’Ara, beh, esistono regole non scritte di buon senso ed educazione.
Possibile che solo i tifosi bianconeri e i tifosi napoletani non le conoscano?
Se pensate che stia giustificando un adulto che insulta un bambino di sei anni con la sciarpina della Juve vi sbagliate di grosso. Rimane un atto vile di un coglione. Eppure mia figlia, fuori da un qualsiasi stadio italiano con la sciarpa del Bologna non la porterei. Mi sentirei stupido. E se questo è un mondo di merda non lo è partendo dal calcio, lo è perché siamo così, lo è perché di regole non scritte di comportamento siamo pieni. Alcuni modi di fare vengono letti come provocazione, come mancanza di rispetto. Lo ripeto, è così per ogni ambiente, per ogni comportamento sociale. Chiedersi se è giusto o sbagliato è filosofia da bar.
Il senso comune di un determinato ambiente muta nel tempo e anche questa cosa cambierà, inevitabilmente. E non cambierà più in fretta cercando di sdoganare la provocazione di un allenatore come “esultanza con i suoi tifosi”. Non cambierà attribuendo a Bologna l’infamia di offendere i morti dell’Heysel o Gaetano Scirea quando questo non è successo. Non cambierà urlando all’inciviltà per qualche insulto ricevuto quando si ostenta con orgoglio la sciarpa di una squadra che qui è il simbolo stesso del carnefice, senza peraltro aver mai chinato il capo e chiesto scusa, ma anzi, continuando nel solco dell’arroganza. Forza Moggi. Trenta sul campo. Lezioni di civiltà a piene mani.
Dove sta il male del calcio? E’ tutto sugli spalti o sta anche in campo, negli spogliatoi, dietro un computer o in uno studio televisivo?
Concludo dicendo che in maniera molto presuntuosa ho la certezza di sapermi esprimere bene, eppure in questi casi, a prova di malafede o superficialità, è bene ripetere che per parte mia ogni gesto violento (che non è solo fisico) è e rimane condannabile senza riserve. Semplicemente non credo che la distinzione tra vergini e puttane sia così netta.

 

Forza Bologna, sempre

 

Bente

 

© Esclusiva ZO.it

Commenti  

#21 Longhedge 2013-03-21 01:21
A proposito di gobbi infami, vi sconsiglio caldamente di leggere un articolo comparso oggi sulla Gazzetta versione online, firmato da Arrigo Sacchi. Conte e i suoi sono ricettacoli di virtù, trattati male dalla gente invidiosa: cose che succedono solo in Italia, vergogna.
Il bello sono i commenti, tutti a dire quanta ragione abbia Sacchi, basta, hanno già pagato anche troppo, i vincenti vengono sempre odiati eccetera eccetera.

Vi riporto un estratto, gustatelo come merita:
"perché inveire, tirare sassi, offendere una squadra e un mister che ci fanno onore?"
Sprecati i commenti, ma a casa mia i ladri e gli imbroglioni non sono mai stati onorevoli.
#22 deimos666 2013-03-21 01:25
Fuori dal coro: io dico che allo stadio con la Juve NON bisogna andare, dico che NON bisogna scrivere e scrivere su di loro e incazzarsi a non finire. Ricordate che bisogna stare molto attenti a discutere con un idiota, la gente potrebbe non riconoscere la differenza. E poi se io una persona ( in questo caso una squadra) non la stimo, non la rispetto.. per me è zero, cancellata, non è degna ne della mia rivalità, ne di essere solo presa in considerazione Così è per me la Juve, non esiste più da tempo... è solo un ricordo sbiadito.
#23 Longhedge 2013-03-21 01:35
Sai qual'è il problema però? Che tutti devono sapere che cos'è la giuve. Non si può fingere che calciopoli non sia esistita, come per Conte non si può far finta che la condanna sia un'onorificenza . In troppi si sono dimenticati che conte (c minuscola) è appena rientrato da una squalifica a seguito di una condanna, e ne stanno già esaltando le insigni doti morali, oltre a quelle tecniche. E quest è vergognoso, degno specchio della triste situazione italiana. Ora sono gli altri invidiosi e faziosi, non è lui lo scarto di galera. Per questo a costo di sacrificare il mio povero fegato continuerò a voler parlare dello schifo che hanno fatto. È gente come loro che rovina il calcio. Gente che non ha il minimo pudore, che si ritiene al di sopra della legge e dei giudizi.
#24 Lever 2013-03-21 01:44
Francamente, penso che non sia successo niente. Conte e' e restera' una scoreggia nell'immensita' del cosmo. Per quanto mi riguarda puo' anche esultare come un pirla, levarsi le mutande in mezzo al campo, pisciare sul palo della porta con la gamba alzata come il commissario Rex. Rimane sempre quello che e' e si commenta da solo.
#25 adelmoparis 2013-03-21 03:31
quoto tutto!
#26 giangi 2013-03-21 07:28
Citazione pistoia60:
Ci sono dei piccoli particolari che rendono le giustificazioni di Conte penose:
1) i tifosi pagano il biglietto mentre Conte viene profumatamente pagato. Questo non vuol dire che al tifoso sia consentito tutto ma, certamente, significa che il professionista deve sempre comportarsi come tale.
2) all'interno della folla ci può anche essere qualche maleducato senza, per questo, poter dire che la folla tutta sia maleducata. Conte, invece, risponde sul piano personale e quindi non vi sono dubbi.
3) il fatto che questa sceneggiata sia stata messa in atto solo a Bologna, quando di accoglienze simili il sig Conte e la sua banda ne ricevono un po' dappertutto, sta viceversa a significare la civiltà comprovata del tifo rossoblù: in altre piazze non avrebbe avuto il coraggio.

quoto
#27 giangi 2013-03-21 07:29
Citazione turms:
A me dispiace che ci si dimentichi facilmente di una bomba in galleria, di un aereo tirato giù da un missile, di una stazione saltata in aria, fatti a cui la mia città ha dato risposte da Nobel. Per colpa di alcuni delinquenti antisportivi (che hanno però vinto molto) siamo andati in serie b. Capisco che vi siano fatti immensamente più importanti al mondo e che di certo a volte sbagliamo anche noi ma prima di far passare il Signor Conte come vittima della inciviltà bolognese, le televisioni ed i giornali dovrebbero fare un bell'esame di coscienza, sempre a patto che ne abbiano una e non sia stata già venduta.

straquoto!
#28 giangi 2013-03-21 07:31
Citazione Kennetbfc:
Complimenti davvero per l'articolo. Perfetto nella forma e nei toni. Per quello che riguarda il fatto in se aspetto solo il primo allenatore che fara'la stesse cose nel loro stadio. In fondo ragazzi e'inutile che ci giriamo intorno "signori si nasce". E il vero signore e'il nostro mister. Forza Bologna, forza Pioli e anche forza Bayern.

Voglio rinforzare il tuo concetto: forza Bologna, forza Pioli, forza Bayern!
#29 giangi 2013-03-21 07:48
Citazione Leo: Los Angeles:
se vi era un dubbio, e qui ribadisco (poiche' se anche Prandelli rilascia un intervista su questa materia, Prandelli che non ha nulla a che fare con la vicenda, non vedo come non possa darla Guaraldi), che il nostro presidente non sia altro che un vassallo Juventino in cerca di glorie personali o di sovvenzioni e soldi per qualche business che non ha a che fare col calcio di cui capisce poco(a detta di tutti) , questo silenzio, cheche' ne dicano alcuni forumisti, piu' si protrae , piu' puzza come la pelle di un orata scaduta.
C'e' una sorta di bufera inquinante mediatica attorno alla presunta mancanza di civilta' e rispetto della tifoseria Bolognese, e una critica (con colori di antisportivita') ai danni del nostro Pioli.
Una bofonchiatina a prteggere il nostro allenatore, dovessero anche cader per terra due ciccioli, sarebbe Sacrosanta.
Complimenti!

Purtroppo, come ho già detto molte altre volte, Guaraldi parla solo quando si vince, attribuendosi meriti che non sono assolutamente suoi!!Questo suo silenzio dimostra, oltre all'odioso vassallaggio nei confronti della Juve a cui ci ha condotto, anche una scarsissima, anzi nulla considerazione nei confronti dei tifosi!Si ricordi , il caro Guaraldi, che senza i tifosi lui sarebbe alla frutta (vabbè grazie al suo operato lo è già), senza i tifosi non avrebbe intascato tuti quei bei soldini, sabato sera! Sarò monotona, ma spero sempre che il vento cambi , presto, a Bologna!. Voglio un presidente che partecipi, nel bene e nel male, alle sorti della sua squadra insieme con i tifosi: non voglio un super-extra miliardario che spenda follie, ma un presidente che abbia amore per la squadra e che metta tutto il suo impegno per portare avanti un progetto dignitoso, scevro da vassallaggi e inchini ai potenti. Chiedo troppo? VOGLIO UN PRESIDENTE ,adesso mi sembra proprio di non averlo (magari). Come tifosa del BFC mi sento rappresentata da Pioli e non da Guaraldi: in tutto questo c'è qualcosa che non va!!Quando verrà il giorno in cui riusciremo a cambiare questo andazzo?
#30 giangi 2013-03-21 08:02
Citazione Longhedge:
A proposito di gobbi infami, vi sconsiglio caldamente di leggere un articolo comparso oggi sulla Gazzetta versione online, firmato da Arrigo Sacchi. Conte e i suoi sono ricettacoli di virtù, trattati male dalla gente invidiosa: cose che succedono solo in Italia, vergogna.
Il bello sono i commenti, tutti a dire quanta ragione abbia Sacchi, basta, hanno già pagato anche troppo, i vincenti vengono sempre odiati eccetera eccetera.

Vi riporto un estratto, gustatelo come merita:
"perché inveire, tirare sassi, offendere una squadra e un mister che ci fanno onore?"
Sprecati i commenti, ma a casa mia i ladri e gli imbroglioni non sono mai stati onorevoli.

Ribadisco che non sono da fare cori oltraggiosi (mi piacciono molto quelli pieni di satira , come ho letto tante volte e che esprimono perfettamente i concetti), o le azioni violente, ma anche a casa mia i ladri e gli imbroglioni non sono onorevoli, e non credo debbano essere esibiti come fiori all'occhiello! Ci faremmo più bella figura se facessimo giustizia, e dimostrassimo accettazione e rispetto per le sentenze: questo sì che sarebbe da esibire con orgoglio, e non personaggi sguaiati che si fanno forti del potere che dà loro il denaro, calpestando l'orgoglio e la dignità degli altri! Ribadisco: siamo molto più ricchi noi ad avere un allenatore come Pioli(serio, educato, composto che esprime le sue opinioni con grande correttezza) che loro ad avere Conte!! (P.S.:non potremmo dargli Guaraldi in cambio di Gabbiadini?)
#31 copia vincenzo 2013-03-21 08:15
[quote name="Lever"]Fr ancamente, penso che non sia successo niente. Conte e' e restera' una scoreggia nell'immensita' del cosmo. Per quanto mi riguarda puo' anche esultare come un pirla, levarsi le mutande in mezzo al campo, pisciare sul palo della porta con la gamba alzata come il commissario Rex. Rimane sempre quello che e' e sCCi commenta da solo.[/quotO

concordo con te.ed e per questo che la societa non puo
scendere allo stesso livello con comunicati o altro.
PER il resto complimenti a Bente per questo commento.
#32 Ender Wiggin 2013-03-21 11:29
Grazie Bente. Solo per dirti che ho preso il link del tuo articolo e l'ho sparato in mailing list (172 contatti) con la didascalia "io la penso ESATTAMENTE così".
(uno di codesti, è un mio amico col quale litigai due anni fa a Cesena, Di Vaio/Britos OLE', poichè io e mio figlio andammo senza sciarpa e lui e il suo sì. Suo figlio di otto anni a fine partite, piangendo e molto scosso dai nomi ricevuti, se la tolse e la consegnò mesto a suo padre...).
GRAZIE ANCORA Bente.
#33 solovolpi 2013-03-21 11:47
Le considerazioni di Bente sono giustissime e sacrosante! Mi disturba però, che si volgia far passare Bologna e i suoi tifosi come la "causa scatenante" di tutto questo e mi disturba ancora di più che nessuno di Bologna e del BFC abbia risposto UFFICIALMENTE a dichiarazioni cosi stupide e ulteriormente provocatorie . E' triste rendersi conto che il nostro essere vassalli della Juve, ci porti ad accettare anche i comportamenti dentro e fuori dal campo a cui abbiamo assistito da sabato sera fino ad oggi (vedi intervista a Pirlo su gazzetta dello sport) . Io ho ben presente le esultanze in tribuna di Bettega e soci e tutto quello che abbiamo subito...gol/no n gol di Zalayeta anche dopo calciopoli. A questo punto mi domando : " E se per una volta, magari il prossimo anno quando la Juve torna a Bologna, ci comportassimo davvero da città incivile e il nostro stadio diventasse una bolgia nella quale nessun juventino sia in campo che sugli spalti avesse ilò coraggio di esultare, non sarebbe bello? " Posso accettare di non essere un società forte economicamente (è dura essere sempre nella mediocrità), che la mia squadra non lotterà mai per grandi traguardi, ma che debba sentire anche sminuito o trattato come merda, come cittadino e come tifoso, da una società che ha barato per decenni, da un allenatore indagato e condannato per partite truccate e da una stampa nazionale pronta a leccare... beh questo proprio non lo posso accettare; per questo avrei voluto sentirer una dichiarazione FORTE della mia società, che condannasse sia l'atteggiamento tenuto da Conte sia le FALSITA' raccontate per giustificarlo.
Penso davvero che il, prossimo anno dovremmo creare una situazione ambientale diciamo...difficile.
Gradirei il vpstro parere .
Un tifoso, stanco di dovere soffrire ogni anno e che non accetta di essere preso per il culo e non tutelato!!
#34 copia vincenzo 2013-03-21 14:40
disturba ancora di più che nessuno di Bologna e del BFC abbia risposto UFFICIALMENTE a dichiarazioni cosi stupide e ulteriormente provocatorie . E' triste rendersi conto che il nostro essere vassalli della Juve, ci porti ad accett ;-) are anche i comportamenti dentro e fuori dal campo a cui abbiamo assistito da sabato sera fino ad oggi (vedi intervista a Pirlo su gazzetta dello sport) . avrei voluto sentirer una dichiarazione FORTE della mia società, che condannasse sia l'atteggiamento tenuto da Conte sia le FALSITA' raccontate per giustificarlo.
Penso davvero che il, prossimo anno dovremmo creare una situazione ambientale diciamo...difficile.
Gradirei il vpstro parere .
Un tifoso, stanco di dovere soffrire ogni anno e che non accetta di essere preso per il culo e non tutelato!!

lascia stare l ambiente che dovremo creare....
Il calcio deve rimanere sempre un gioco e quelle cose ...riserviamole per cose piu importanti .per esempio versom coloro che hanno reso la vita difficile ,cioe a chi non arriva a fine mese.
Ma per tua societa' intendi Lo Spezia? VISTO IL TUO NICK...
#35 solovolpi 2013-03-21 15:40
A Casalecchioross oblu: il mio nick è nato nel periodo in cui sognavom (ahimè) lo sbarco a Bologna di qualcuno con più pilla di coloro che ci sono adesso...ma digerito il fatto che a Bologna le cose in grande non le potremo mai fare mi sono rasserenato. Sono un grande tifo del Bfc, che anò a vedere in trasferta il Bfc a Fanfulla (LODI) percui ha già qualche anno, nontroppi però...
E' ovvio che a tutte le cose va data la giusta dimesione e soprattutto ogni cosa va contestualizzat a,in rapporto ai problemi ben più seri che ci sono oggi, ma se ci fermiamo un secondo e prendiamo la sola cosa calcistica, io dico solo "è possibile che dobbiamo sempre essere cornuti e mazziati!? " Vorrei che qualche segnale di cambiamento ci fosse, almeno per far capire ai soliti potenti che il mondo non gira sempre e solo intorno a loro; qualche calcio nei denti a loro farebbe bene... LA NOSTRA CLASSE POLITICA,FORSE, MA DICO FORSE , STA COMINCIANDO A CAPIRLA; mi auguro che anche nel calcio qualcosa possa cambiare .
SEMPRE E SOLO FORZA VECCHIO CUORE ROSSOBLU

Collegati o registrati per inviare un commento

Vai all'inizio della pagina