Allegri:

Allegri: “Con il Bologna una sfida insidiosa”. Buffon non convocato per febbre

Come quando la ricreazione è finita e nell’ora successiva hai subito una prova importante, così giusto per farti capire che di pause non te ne puoi più concedere. Dopo due settimane di stop la stagione del Bologna riparte domani dalla Juventus, gara che da sempre in casa rossoblù evoca sensazioni ed emozioni particolari. Da una parte i rossoblù che, dopo il pareggio con l’Empoli e la vittoria sul Pescara, vogliono continuare a non perdere terreno. Dall’altra i bianconeri, che intendono proseguire il cammino in campionato e rialzare la testa dopo il k.o. di Doha con il Milan in Supercoppa.

Qui Bologna Il Bologna arriva all’appuntamento dello Stadium dopo una settimana di ritiro a Catania e con la rifinitura di domani mattina che servirà per sciogliere gli ultimi ballottaggi. In difesa si dovrebbe comunque proseguire con la linea composta da Torosidis e Masina sulle fasce e dalla coppia Gastaldello-Maietta al centro, in attesa di capire se Helander riuscirà a smaltire l’affaticamento muscolare che lo ha rallentato in settimana e rientrare fra i convocati. In mediana, con Taider impegnato in Coppa d’Africa, potrebbe toccare al trio formato da Viviani, Dzemaili e Nagy, anche se durante il test infrasettimanale Donadoni ha dato spazio anche a Donsah e Rizzo. Quest’ultimo è comunque in ballottaggio soprattutto con Mounier per il ruolo di esterno offensivo, nel tridente completato da Destro e Krejci. Ai box restano Simone Verdi e Umar Sadiq.

Qui Juventus «Quella di domani – ha sottolineato alla vigilia Massimiliano Allegri – è una sfida insidiosa: il Bologna lavora da quindici giorni, ci ha sempre dato filo da torcere e la prima dopo la sosta è sempre incasinata. Vogliamo mantenere il vantaggio sulla Roma, dobbiamo riprendere il cammino per vincere lo scudetto ed entrare nella leggenda». Il tecnico bianconero si è quindi soffermato sulla situazione di alcuni singoli, anticipando che Buffon, ancora alle prese con i postumi di una brutta influenza, non sarà tra i convocati, quindi tra i pali troverà spazio il brasiliano Neto. Ci sarà invece Barzagli, ma resta ancora da decidere se partirà dal primo minuto o meno, mentre con Evra indisponibile, a sinistra dovrebbe toccare ad Asamoah. In avanti di sicuro giocherà Dybala dal primo minuto «ma – ha aggiunto Allegri non ho ancora scelto se in coppia con un altro attaccante oppure con tutti e tre titolari». Ballottaggio anche in mediana, con il nuovo acquisto Rincon che si gioca il posto con Sturaro e potrebbe fare il suo debutto in bianconero. Tra domani e mercoledì in Coppa Italia ci sarà spazio anche per Pjaca, pronto al rientro, mentre Allegri riavrà Bonucci e Alex Sandro in gruppo solo dalla prossima settimana. Con Benatia e Lemina in Coppa d’Africa, mancherà anche l’infortunato Dani Alves.

Le probabili formazioni

Juventus (4-3-1-2): Neto; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Asamoah; Khedira, Marchisio, Rincon; Pjanic; Dybala, Higuain.
A disp.: Audero, Del Favero, Rugani, Semprini, Cuadrado, Hernanes, Sturaro, Mandzukic, Pjaca.
All.: Allegri

Bologna (4-3-3): Mirante; Torosidis, Gastaldello, Maietta, Masina; Nagy, Viviani, Dzemaili; Rizzo, Destro, Krejci.
A disp.: Da Costa, Sarr, Ferrari, Krafth, Mbaye, Oikonomou, Donsah, Pulgar, Di Francesco, Floccari, Mounier, Okwonkwo.
All.: Donadoni

© Riproduzione Riservata