Bologna, hai il primo vero esame di maturità

Bologna, hai il primo vero esame di maturità

Due neopromosse, due vittorie. Poi la pesante sconfitta di Torino, che sarà pure una squadra più attrezzata del Bologna, a cui ha rifilato cinque reti, ma che per ora in classifica è dietro. Come dire che questa sera a Napoli per i rossoblù arriverà il primo vero esame da grande, quello in cui, come chiesto da Donadoni alla vigilia, le risposte attese sul campo non saranno solo relative al gioco ma anche e soprattutto al carattere e all’atteggiamento.

Qui Bologna – Per i rossoblù un’altra settimana vissuta con un occhio al campo e uno all’infermeria. Dopo quello che sembrava solo un fastidio rimediato contro il Cagliari, in questi giorni Destro ha lavorato a parte, salvo poi alzare bandiera bianca per una lombalgia post-contusiva. Considerato che anche Sadiq è out per la botta alla caviglia e Floccari non è ancora al meglio, l’idea è quella di partire in avanti con Verdi nel ruolo di finto 9, con Krejci e Di Francesco a supporto. In mediana si va verso la conferma del trio composto da Nagy (che dovrebbe quindi avere ancora le chiavi della regia), Taider e Dzemaili, con Pulgar che pare quindi destinato ancora una volta alla panchina. In difesa, al fianco di Gastaldello è ballottaggio tra Oikonomou e Maietta, con il primo che al momento sembra favorito. A destra ci sarà ancora Krafth mentre a sinistra tira aria di debutto dal primo minuto per Torosidis, pronto a rilevare Masina. Donadoni ha ritrovato Donsah ma dovrà fare a meno anche di Viviani, ai box per una contusione alla coscia.

Qui Napoli – Niente conferenza stampa della vigilia per mister Sarri, perché in casa partenopea in questi giorni vige la regola che si parla solo quando ci sono stretti obblighi contrattuali (ovvero le dichiarazioni previste da Lega e UEFA). Il tecnico, quindi, interverrà dopo la gara di questa sera. Per quanto riguarda la formazione, in avanti è ballottaggio aperto tra l’ex Gabbiadini e Milik, con Callejon e uno tra Insigne e Mertens che saranno a sopporto nel 4-3-3 partenopeo. In mediana occhio al possibile debutto di Diawara dal primo minuto, anche se al momento Jorginho resta favorito. Iniziale panchina anche per l’altro ex Giaccherini, tornato a disposizione dopo aver saltato la gara di Champions League contro la Dinamo Kiev. L’unico indisponibile per Sarri è il centrale difensivo Chiriches.

Le probabili formazioni

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinic; Allan, Jorginho, Zielinski; Callejon, Gabbiadini, Insigne.
A disp.: Sepe, Maggio, Maksimovic, Tonelli, Ghoulam, Hamsik, Diawara, Giaccherini, Rog, El Kaddouri, Milik, Mertens.
All.: Sarri

Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth, Gastaldello, Oikonomou, Torosidis; Taider, Nagy, Dzemaili; Di Francesco, Verdi, Krejci.
A disp.: Ravaglia, Sarr, Morleo, Mbaye, Helander, Maietta, Masina, Donsah, Pulgar, Rizzo, Floccari, Mounier.
All.: Donadoni.

© Riproduzione Riservata