Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Bologna più pimpante, Schalke 04 piegato 3-2. A segno Poli, Sansone e Palacio, primi minuti per Skov Olsen

Bologna più pimpante, Schalke 04 piegato 3-2. A segno Poli, Sansone e Palacio, primi minuti per Skov Olsen

Seconda amichevole in terra austriaca e secondo banco di prova importante per il Bologna, che allo Sportplatz Langau di Kitzbühel affronta lo Schalke 04, quattordicesimo nella scorsa Bundesliga ed eliminato negli ottavi di finale in Champions League. Nel 4-2-3-1 schierato da De Leo e Tanjga ritrova spazio Poli, affiancato in mediana dal giovane Kingsley, con Tomiyasu terzino destro, Krejci sulla corsia opposta e Palacio unica punta, supportato da Sansone e Orsolini. Il tecnico dei tedeschi Wagner risponde con un 4-4-1-1 dove Caligiuri e Oczipka sono gli esterni alti e Harit il trequartista a sostegno del centravanti Reese.
A differenza della gara contro il Colonia, questa volta i rossoblù partono forte e si rendono subito pericolosi con Palacio e Sansone, ma alla prima vera occasione è lo Schalke a passare in vantaggio: contropiede fulmineo che libera Caligiuri sulla destra, traversone basso al centro e comodo tap-in di Reese. Il talento dell’Under 20 teutonica rischia di ripetersi al 13’, quando Skorupski è bravissimo nella deviazione in angolo, poi al 20’ è ancora Palacio a mettere i brividi a Nübel con un velenoso tiro-cross sul quale nessun compagno riesce ad intervenire.
Ritmi in crescendo e palleggio apprezzabile per la formazione felsinea, che al 30’ va davvero ad un passo dall’1-1 con un clamoroso palo colpito dal solito ‘Trenza’ al termine di una rapida ripartenza. I biancoblù, sornioni, impegnano Skorupski al 32’ con un mancino troppo debole di Carls da dentro l’area, ma al 37’ ecco finalmente il meritato pareggio del Bologna: rasoiata dalla distanza di Poli, deviazione fortuita di Stambouli e sfera nel sacco. Qualche istante dopo l’ennesima iniziativa di Reese, sinistro a giro dal limite che sfiora la traversa, rischia di complicare nuovamente tutto, ma proprio al 45’ una genialata di Palacio su punizione libera al tiro Sansone per il diagonale vincente del 2-1.
La ripresa si apre all’insegna di un giocatore a caso, Palacio, che al 7’ si vede annullato un gol per fuorigioco su perfetta imbucata in verticale di Kingsley (tra i migliori in campo per grinta, vivacità e lucidità), e al 13’ realizza il 3-1 capitalizzando un bell’assist a rimorchio di Krejci. Nel mezzo anche un miracolo di Skorupski su un tentativo di Boujellab da sottomisura all’11’ e l’ingresso di Skov Olsen, a sua volta sostituito dopo circa mezzora da Juwara (protagonista al 35’ di un brutto fallo su Carls, episodio da cui scaturisce una piccola rissa). I numerosi cambi rendono quasi impossibile dare un giudizio attendibile sul secondo tempo, gestito comunque bene dai rossoblù, nonostante un altro rischio corso al 23’ su una rasoiata ancora di Reese smanacciata da Da Costa e la rete del 2-3 incassata a ridosso del triplice fischio su azione da corner, con Boujellab bravo a liberarsi all’altezza del dischetto e a svettare più in alto di tutti.
Come non aveva senso fare drammi dopo il match di tre giorni fa, così non servirebbe a nulla esaltarsi oggi, nel nome di un equilibrio che a fine luglio dovrebbe regnare sovrano. Il Bologna sta lavorando, sta mettendo benzina delle gambe, sta provando diversi ‘abiti’ tattici, sta sbagliando e correggendo i propri errori, si sta compattando, insomma, un passo per volta sta crescendo, al pari di ogni squadra nel bel mezzo della preparazione estiva. Oggi pomeriggio, dinnanzi allo Schalke 04, è arrivata anche una vittoria, prestigiosa e meritata, che per il morale e l’autostima del gruppo è sempre un ottimo tonico. A maggior ragione in questo momento, sapendo che certamente avrà regalato un sorriso a mister Mihajlovic.

SCHALKE 04-BOLOGNA 2-3

SCHALKE 04 (4-4-1-1): Nübel; Kenny (1’ st Boujellab), Nastasic (1’ st Langer), Stambouli (1’ st G. Can), Carls; Caligiuri (23’ pt Schopf, 1’ st Sandro), Mascarell, Mercan (17’ st McKennie), Oczipka (1’ st Serdar); Harit; Reese.
All.: Wagner

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski (15’ st Da Costa); Tomiyasu (17’ st Calabresi), Danilo (17’ st Bani), Denswil (17’ st Paz), Krejci (17’ st Mbaye); Poli (17’ st Corbo), Kingsley (17’ st Nagy); Orsolini (1’ st Skov Olsen, 24’ st Juwara), Soriano (17’ st Falletti), Sansone (17’ st Falcinelli); Palacio (17’ st Destro).
All.: Mihajlovic (De Leo e Tanjga in panchina)
Arbitro: Altmann (Austria)

Ammoniti: 18’ pt Sansone (B), 27’ pt Poli (B), 31’ st Paz (B), 37’ st Juwara (B)
Espulsi:
Marcatori: 9’ pt Reese (S), 37’ pt Poli (B), 45’ pt Sansone (B), 13’ st Palacio (B), 42’ st Boujellab (S)
Recupero: 0’ pt, 0’ st

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it