Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Il Bologna saluta Castelrotto con un 9-0 alla Virtus Bolzano, Destro sugli scudi con una splendida doppietta

Il Bologna saluta Castelrotto con un 9-0 alla Virtus Bolzano, Destro sugli scudi con una splendida doppietta

Ultima amichevole del ritiro di Castelrotto per il Bologna, che al centro sportivo Laranza affronta la Virtus Bolzano, compagine di Serie D. Il match si disputa sulla distanza di quattro tempi da mezzora, per dare la possibilità allo staff tecnico rossoblù di utilizzare l’intera rosa, e il 4-2-3-1 schierato inizialmente da Miroslav Tanjga ed Emilio De Leo prevede Skorupski in porta, Mbaye, Danilo, Denswil e Dijks in difesa, la coppia Donsah Dzemaili in mediana e il trio Palacio-Soriano-Sansone alle spalle del centravanti Destro. Oltre duemila i tifosi presenti in Alto Adige, pieni d’affetto per la squadra e per il grande assente Sinisa Mihajlovic.
Gambe pesanti e un po’ di difficoltà a far girare il pallone nei primi trenta minuti, merito anche di una Virtus combattiva e ordinata. Un’incornata di Destro al 12’ e una botta di Palacio al 20’ scaldano comunque i guantoni al portiere Piai, mentre Donsah al 21’ con una potente rasoiata e Sansone al 26’ con una conclusione a giro non brillano per precisione da posizione favorevole. Nel finale anche un apprezzabile tentativo del bolzanese Elis Kaptina, che non inquadra di poco il bersaglio dalla lunga distanza, poi si riparte allo stesso modo con l’unica eccezione di Da Costa al posto di Skorupski tra i pali.
Donsah, impreciso in fase d’impostazione ma ficcante e pericoloso nelle percussioni palla al piede, sfiora nuovamente il gol al 2’ dopo un bello slalom, quindi al 6’ Destro viene atterrato in area e capitan Dzemaili dal dischetto fa 1-0. A quel punto i felsinei si sbloccano e cominciano a rimpinguare il punteggio: al 9’ lancio di Dzemaili per Sansone, controllo il corsa e tocco di piatto nel sacco, al 15’ sassata di Donsah sulla traversa e tap-in aereo vincente di Mbaye, e al 25’ filtrante di Sansone per Destro e gran diagonale mancino nell’angolo basso. Ma non è finita, perché al 30’ l’asse Sansone-Destro si ripete e il numero 22 raccoglie un lancio del fantasista scaraventando la sfera alle spalle di Piai con una splendida volée sul primo palo. I cori del pubblico presente, manco a dirlo, sono tutti per lui.
Il terzo mini-tempo inizia sul 5-0 e vede la formazione rossoblù completamente rivoluzionata (non utilizzati solo Calabresi, Orsolini e Poli a scopo precauzionale, mentre Danilo è uscito per una botta alla gamba sinistra), con Tomiyasu a giostrare sull’out di destra, Nagy e Svanberg davanti alla difesa, Kingsley sulla trequarti e Falcinelli di punta. Dopo un’inzuccata alta di Bani al 3’ e un tiro di Svanberg smanacciato da Weiss al 12’, ecco la sesta rete di Falletti, bravo a liberarsi in dribbling di tre difensori e a beffare poi il portiere sotto le gambe. Una serie di pregevoli spunti in velocità del giovane gambiano Juwara e dello stesso Falletti creano scompiglio nella retroguardia altoatesina, ma per godersi altri gol bisogna entrare nell’ultima frazione: l’insospettabile mattatore è Bani, che all’8’ realizza il 7-0 con un tocco di punta da sottomisura su punizione di Svanberg deviata da Paz, e al 17’ trafigge Weiss con un’inzuccata sempre su calcio piazzato dello svedese. Ancora l’ex Malmö, tra i più brillanti, chiude i conti sul 9-0 sfoderando una staffilata da appena dentro l’area che si spegne sotto la traversa.
Il Bologna saluta dunque Castelrotto tra gli applausi della sua gente e col sorriso sulle labbra, nonostante le avversità, merito di una squadra, uno staff tecnico e una società che stanno facendo tutto il possibile e anche di più per iniziare la stagione nel migliore dei modi e rendere orgoglioso il proprio allenatore. Ora qualche giorno di riposo, quindi la graduale ripresa delle attività a Casteldebole e infine, giovedì 25, la partenza per Neustift, in Austria, dove proseguirà la preparazione estiva e si alzerà il livello delle amichevoli: le avversarie di turno saranno, una dopo l’altra, Colonia, Schalke 04 e Augsburg.

BOLOGNA-VIRTUS BOLZANO 9-0

BOLOGNA 1°- 2° TEMPO (4-2-3-1): Skorupski (1’ st Da Costa); Mbaye, Danilo, Denswil, Dijks; Donsah, Dzemaili; Palacio, Soriano, Sansone; Destro.
All.: Mihajlovic (Tanjga in panchina)

BOLOGNA 3°- 4° TEMPO (4-2-3-1): Sarr (1’ qt Molla); Tomiyasu (20’ El Kaouakibi), Bani, Paz, Krejci; Nagy, Svanberg; Juwara, Kingsley, Falletti; Falcinelli.
All.: Mihajlovic (De Leo e Tanjga in panchina)

VIRTUS BOLZANO (4-3-1-2): Piai; Menghin, Kiem, Pinton, Kicaj; Bonou, Kaptina A., Cremonini; Bacher; Kaptina E., Pasha.
Subentrati: Weiss, Tomaselli, Rizzon, Al Salih, Faustino, Timpone, Pfeifer, Bertin, Guerra.
All.: Sebastiani

Arbitro: Serna di Bolzano
Ammoniti:
Espulsi:
Marcatori: 6’ st rig. Dzemaili (B), 9’ st Sansone (B), 15’ st Mbaye (B), 25’, 30’ st Destro (B), 12’ tt Falletti (B), 8’, 17’ qt Bani (B), 31’ qt Svanberg (B)
Recupero: 0’ pt, 0’ st, 3’ tt, 9’ qt
Note: circa 2.000 spettatori, gioco interrotto per diversi minuti sia nel terzo che nel quarto tempo per prestare soccorso all’infortunato Timpone (V)

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it