Ecco i numeri di maglia, sarà un Bologna senza 10: Destro torna al 22, Dzemaili al 31. La 8 a Nagy, la 9 a Santander, Skorupski col 28 e Falcinelli col 91

Destro: “Felice per il gol, la classifica è bella ma oggi dovevamo fare un salto in avanti”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal centravanti del Bologna Mattia Destro dopo il pareggio per 1-1 rimediato dai rossoblù al Dall’Ara contro il Cagliari grazie ad un suo gol.

Brutto primo tempo, reazione positiva – «Peccato perché oggi era una partita da vincere e che potevamo vincere. Però queste gare, quando si mettono male, diventano molto complicate, perciò siamo stati bravi anche a non perderla. Il primo tempo non è stato bello da entrambe le parti, ci siamo trovati sotto e a quel punto nella ripresa ci siamo messi di buona lena per recuperare il risultato».

Pari e rimpianti – «Sì, la classifica è bella ma oggi dovevamo fare un salto in avanti, era importante, e invece lo dobbiamo ancora rimandare».

2 gol in 3 partite e un grazie a Bologna – «Il mister ha ragione quando dice che si aspetta di più da me, io stesso sono il primo che vuole migliorare. Devo soltanto ringraziare questa città e i nostri tifosi che da quando sono qui mi stanno sempre e solo appoggiando, anche nelle occasioni in cui non gioco bene. Ho passato un periodo negativo in cui non sono riuscito a dare il massimo, ora invece mi sono ripreso. Di certo non giocare per un calciatore non è bellissimo, ma un professionista rispetta le scelte dell’allenatore e sa che deve farsi trovare pronto quando arriva la sua occasione».

Bella coppia con Palacio – «Rodrigo è un giocatore straordinario, avere lui alle spalle che mi aiuta è una gran cosa, un fuoriclasse così può metterti sempre in condizione di segnare».

Bravo Adam! – «Voglio fare i complimenti a Masina perché sul gol del pareggio mi ha servito un cross perfetto solo da incornare nel sacco. Sono davvero felice per questo gol, ma devo lavorare di più e fare meglio».