Al Bentegodi con Dzemaili e anche Schouten, sono 23 i convocati per la prima di campionato

Dzemaili: “La squadra cresce ma dobbiamo sbloccare prima le partite. Per la salvezza mancano ancora 9-10 punti”

Al termine del match vinto 3-0 contro il Chievo, il capitano del Bologna Blerim Dzemaili ha commentato così il successo odierno e il ritorno dei rossoblù in zona salvezza:

Pratica archiviata, testa alla Viola – «Nonostante un primo tempo poco lucido, abbiamo creato tanto per tutta la partita e non abbiamo rischiato quasi nulla, e questo è segno che la squadra sta crescendo. Ora dimentichiamo questa partita e pensiamo già alla sfida contro la Fiorentina, da qui alla fine dobbiamo giocare ancora sette partite e sono tutte fondamentali».

La ricetta per salvezza – «Dal nostro obiettivo ci separano nove-dieci punti, giocando così possiamo riuscire a farli. D’ora in poi, però, dobbiamo sbloccare prima le partite, facciamo sempre troppa fatica a trovare il gol».

Dichiarazione d’amore – «Non sono tornato, io sono sempre stato qui. Da quando sono arrivato a Bologna conservo il desiderio di fare bene, in questa che è una piazza bellissima e dove mi piacerebbe chiudere la carriera».

Tutti contenti – «Il pubblico del Dall’Ara ci ha sempre sostenuto anche quando le cose non andavano, siamo contenti di dare a tutti i nostri tifosi le soddisfazioni che meritano. Oggi ha esultato anche il presidente Saputo, speriamo che possa festeggiare anche a fine anno».