Rassegna stampa 19/06/2017

Gastaldello: “Dobbiamo capire che siamo forti, ma bisogna andare sempre a cento all’ora”

Al rientro da titolare dopo l’infortunio, Daniele Gastaldello ha fornito una delle sue migliori prestazioni stagionali. Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal capitano rossoblù dopo la vittoria per 4-1 del Bologna sul Chievo.

Consapevolezza del proprio valore – «Questa vittoria è la miglior dimostrazione della reazione che abbiamo avuto, specialmente perché è arrivata contro una squadra che si sa difendere molto bene. Il successo di oggi ci deve dare la consapevolezza che siamo forti, ma per esserlo davvero dobbiamo andare sempre a cento all’ora».

Più sereni, ma non bisogna fermarsi – «Mi auguro che queste due vittorie di fila diano fiducia al gruppo, che ci mette l’anima durante tutta la settimana. Dobbiamo continuare a lavorare così, e se aumentano fiducia e spensieratezza questa squadra può tirare fuori valori importanti e ancora nascosti. Adesso è giusto procedere con più serenità, ma è altrettanto vero che solo con il duro lavoro in allenamento si possono raggiungere questi risultati».

Maietta esempio per tutti – «Dopo il terzo gol Mimmo mi ha detto: “Ho il ginocchio bloccato”, mentre io avevo i crampi. Poi però l’ho visto fare quella galoppata. Lui è così, è un giocatore generoso. Nel secondo tempo, comunque, ho visto tutti i miei compagni correre il doppio degli avversari, ed è esattamente quello che dicevo prima: non bisogna mai sedersi ma continuare a dare il massimo in ogni momento».