Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Trovare subito un rimedio alla pareggite

In centinaia a Casteldebole per sostenere la squadra. Bologna, non puoi sbagliare

Certi schiaffi fanno ‘solo’ male, altri oltre alla botta aiutano a crescere. Di che caratura sarà la batosta patita dal Torino lo si capirà domani, per un Bologna chiamato davanti al proprio pubblico a un pronto riscatto non solo dal punto di vista del gioco ma anche, vien da sé, del risultato. Di fronte il Cagliari, delle neopromosse la squadra che più si è rinforzata sul mercato, gruppo solido e come tale da prendere con le pinze. Ma con il sostegno delle centinaia di tifosi che oggi si sono ritrovati a Casteldebole per sostenere la squadra (presente a bordocampo anche Mirante, tra i più applauditi), più che mai domani è vietato sbagliare.

Qui Bologna – Dalla grande paura per le condizioni di Antonio Mirante agli allenamenti a ranghi più che ridotti per le assenze dei tanti Nazionali, fino ai nuovi arrivati da inserire negli schemi e nel gruppo, in casa Bologna sono state due settimane particolarmente intense. Solo tra qualche giorno, quando saranno chiari i tempi di recupero del numero 83 rossoblù, il club deciderà se tornare sul mercato e ingaggiare un nuovo portiere: questa ipotesi, che pure è sul tavolo, al momento sta comunque perdendo quota. Nell’attesa, spazio e fiducia a Da Costa come portiere titolare, con Sarr vice. In difesa, sulla carta ci sono un paio di ballottaggi da sciogliere (Krafth-Torosidis e Oikonomou-Helander), ma a conti fatti la difesa dovrebbe essere quella scesa in campo con il Torino. Più probabile una novità in mediana, con Nagy pronto a riprendersi una maglia da titolare (Viviani eventuale alternativa) e ad agire in cabina di regia con Taider e Dzemaili interni. Pulgar è stato infatti l’ultimo tra i Nazionali a rientrare, di fatto due giorni fa, ed è destinato a partire dalla panchina. Rispetto alla gara con il Torino, in avanti potrebbe esserci invece una doppia novità. Inamovibile Destro (che ha avuto due settimane per andare sempre più a caccia della forma migliore), Krejci tornerà titolare a sinistra mentre sulla corsia opposta potrebbe agire Di Francesco, sulla scia delle ottime prestazioni e dei due gol con la maglia dell’Under 21. Out, oltre a Mirante e Gomis, anche Rizzo, Maietta e Donsah, con questi ultimi due che torneranno comunque in gruppo la prossima settimana. Torna tra i convocati Ferrari, rientrato in gruppo lo scorso fine settimana, sulla via del recupero dopo l’intervento al ginocchio di giugno.

Qui Cagliari – «L’anno scorso il Bologna – ha sottolineato il tecnico Massimo Rastelli – con l’arrivo di Donadoni in panchina ha cambiato marcia. E’ una squadra che gioca a memoria, palla a terra, guidata da un allenatore che sa il fatto suo. Dovremo cercare di limitare le loro fonti di gioco e metterli in difficoltà a nostra volta. Al di là di chi affrontiamo non dovrà cambiare il nostro atteggiamento: andremo lì per cercare di fare la partita, cercando di sfruttare le nostre qualità. Poi in campo ci sono anche gli avversari. Tutti hanno la possibilità di giocare, io scioglierò i dubbi solo all’ultimo. Andremo a Bologna con coraggio, la mia squadra ha le potenzialità per essere in partita contro ogni avversaria, l’importante è avere il giusto atteggiamento in campo. Le assenze dei Nazionali? Da una parte sono contento perché hanno potuto mettere 90’ nelle gambe, dall’altra avrei preferito averli a disposizione. La prossima sosta è tra un mese, nel frattempo lavoreremo con assiduità per fare arrivare tutti allo stesso standard. L’orario inusuale delle 12,30? Lo è per noi come per il Bologna. Ormai da anni si gioca all’orario di pranzo, facciamo parte di questo sistema, dobbiamo accettarlo e prepararci per il meglio». Il tecnico ha ritrovato Melchiorri, alla prima convocazione stagionale, e deve fare a meno dei soli Dessena e Joao Pedro. In queste prime uscite, il tecnico dei sardi ha alternato il 3-5-2 al 4-3-1-2, domani a Bologna il modulo dovrebbe essere quest’ultimo con Barella o Farias a supporto di Borriello e Sau in avanti.

Le probabili formazioni

Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth, Gastaldello, Oikonomou, Masina; Taider, Nagy, Dzemaili; Di Francesco, Destro, Krejci.
A disp.: Sarr, Ravaglia, Ferrari, Helander, Mbaye, Morleo, Torosidis, Pulgar, Viviani, Floccari, Mounier, Verdi.
All.: Donadoni

Cagliari (4-3-1-2): Storari; Isla, Salamon, B. Alves, Murru; Padoin, Di Gennaro, Ionita; Barella; Boriello, Sau.
A disp.: Rafael A., Colombo, Bittante, Capuano, Ceppitelli, Pisacane, Munari, Tachtsidis, Farias, Giannetti, Melchiorri.
All.: Rastelli

© Riproduzione Riservata