Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Il cambio di modulo, un falso problema che potrebbe diventare un problema (2^ parte)

Inzaghi: “Ho dato una possibilità a chi aveva giocato meno, non dovevamo prendere due gol così”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal tecnico rossoblù Filippo Inzaghi in conferenza stampa al termine del match perso 2-0 dal Bologna a Torino contro la Juventus.

Due gol regalati – «Non bisognava andare sotto prendendo due gol così, sono molto arrabbiato con i ragazzi per questo. Ci sta di perdere, soprattutto contro avversari che sono extraterrestri rispetto a noi, ma abbiamo commesso errori che si potevano tranquillamente evitare. Le due reti in avvio hanno condizionato troppo la gara, anche se soprattutto nella ripresa ho avuto l’impressione che si potesse riaprire, ci siamo fatti vedere con qualche cross e un paio di ripartenze interessanti. È chiaro che dopo due mazzate del genere diventa difficile reagire, ma la squadra è rimasta comunque in partita».

Formazione rimaneggiata – «Avevamo tante assenze e ho dato una possibilità a chi aveva giocato meno, ogni volta decido è più meritevole e la gara di stasera mi è servita anche per valutare alcuni ragazzi. Paz? Aveva bisogno di minutaggio, secondo me ha fatto una buona partita. Orsolini? Lo farò giocare nel ruolo che predilige, cioè mezzala d’attacco. Se continuerà ad allenarsi come sta facendo arriverà presto il suo momento».

Testa all’Udinese – «Quando si gioca contro una squadra a cui è quasi impossibile rubare il pallone, è chiaro che poi si finisce con lo scoraggiarsi. Qualcosa abbiamo creato, ma le ripartenze dovevamo sfruttarle meglio. Ora testa bassa e lavorare, vogliamo farci trovare pronti domenica in casa contro l’Udinese. Queste ultime due partite erano veramente proibitive, ma abbiamo comunque portato a casa tre punti preziosi».

Saputo in tribuna – «Spero di regalare al presidente una squadra di cui possa andare orgoglioso».