Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi:

Inzaghi: “Il Genoa non ci è superiore e il Bologna si salverà, l’unica ricetta è continuare a lavorare”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Bologna Filippo Inzaghi al termine del match del Ferraris, che ha visto i suoi ragazzi sconfitti 1-0 dal Genoa.

Bologna sfortunato – «Ogni volta che le avversarie ci tirano in porta fanno gol, in quattro partite il nostro portiere non ha ancora fatto una parata degna di nota, e allo stesso tempo nelle nostre occasioni offensive siamo sfortunati. Fino alla prodezza di Piatek non avevamo concesso una sola occasione al Genoa in casa sua, e questo significa che stiamo lavorando bene. Oggi abbiamo trovato anche delle buone combinazioni negli ultimi venti metri e avremmo potuto andare in vantaggio noi, invece siamo andati sotto e se dopo non siamo riusciti a pareggiare è stato anche per sfortuna. Penso ai tiri di Svanberg e Orsolini a botta sicura, o all’occasione che ha avuto Okwonkwo. Noi oggi non avremmo dovuto perdere, ma come minimo pareggiare. Speriamo che il vento cambi presto, magari già da domenica, e che si possa trovare un jolly come quello che ha trovato oggi il Genoa o la Spal all’esordio».

Episodi decisivi – «Pulgar ha sbagliato e la sua punizione sarà stare fuori nella prossima partita. Errori dei singoli a parte, abbiamo interpretato bene la gara ma alcuni episodi ci sono girati contro. Non vogliamo recriminare con l’arbitro e ci assumiamo le responsabilità della sconfitta, ma nel primo tempo Okwonkwo si era conquistato un calcio di rigore che non ci hanno dato, e la punizione da cui è nato il gol del Genoa nasce da una situazione in cui era fallo per noi».

Nessun dietrofront – «Io arrabbiato? Se lo fossi porterei la squadra in ritiro, ma non è così. Io continuo a credere in questo gruppo, e vedrete che a fine stagione il Genoa se la giocherà con noi, non ci è superiore. Resto convinto che il Bologna abbia le carte in regola non solo per salvarsi ma anche per ambire a qualcosa di più».

Super Piatek – «Piatek simile a me? Non saprei dire se mi somiglia, io mi curo dei miei giocatori, posso solo fargli i complimenti. Non lo conoscevo, ma in questo inizio di campionato sta facendo molto bene e anche oggi ha tirato fuori dal cilindro un gran gol».

Foto: bolognafc.it