Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi:

Inzaghi: “La squadra ha dato tutto ma nella ripresa troppi errori, per riprendersi conosco solo la strada del lavoro”

Contro la Spal, all’esordio in campionato, è arrivata una sconfitta brutta e sanguinosa per il morale. Ne è ben consapevole un afono ma non demotivato Filippo Inzaghi, che a fine partita ha invitato i suoi ragazzi a non perdere la lucidità e a continuare a lavorare con determinazione in vista delle prossime sfide. Queste le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Bologna in conferenza stampa al Dall’Ara:

Sconfitta ingiusta – «La squadra stasera ha dato tutto quello che aveva, nella prima mezzora avremmo anche potuto andare in vantaggio grazie a Palacio, la Spal non ci stava creando particolari grattacapi. Nel secondo tempo è invece arrivato qualche errore in più, abbiamo iniziato a sbagliare troppo. Purtroppo in certe partite sono i centimetri a fare la differenza, il tiro di Kurtic ha colpito il palo interno ed è entrato mentre Helander ha colpito il palo esterno. Per riprendersi conosco solo la strada del lavoro, la stessa che avremmo dovuto seguire se avessimo vinto. Chiaro che coi tre punti avremmo avuto il morale più alto, ma la nostra fiducia non deve arrivare dai risultati, ma dall’impegno quotidiano».

Nagy, che ingenuità – «Ho fatto uscire Pulgar perché giocare con il vertice basso di centrocampo ammonito mi preoccupava, dispiace che poi Nagy si sia fatto espellere, chiaramente in occasione del secondo intervento non sarebbe dovuto entrare. Adam è molto giovane e adesso deve essere lasciato tranquillo, ma è chiaro che bisogna evitare questi errori».

Falcinelli escluso a sorpresa – «Mi aspettavo una partita chiusa, pensavo che Santander potesse farci salire e tenere qualche pallone, per questo ho schierato lui. L’idea era quella di inserire Falcinelli nell’ultima mezzora, cercando di approfittare degli spazi che si sarebbero potuti creare. Comunque ora ha poco senso fare delle valutazioni sui singoli, mettendo in discussione delle scelte alla luce di una sconfitta».

Promossi e bocciati – «Danilo ha guidato la difesa molto bene, sembrava giocasse qui da dieci anni ma non avevo dubbi che sarebbe stato così, sarà un trascinatore per questa squadra. Gonzalez invece deve lasciarsi alle spalle le sue paure: purtroppo si porta dietro un fardello dall’anno scorso e appena sbaglia un paio di palloni gli arrivano addosso dei fischi, ma deve stare tranquillo perché avrà sempre la mia fiducia».

Foto: bolognafc.it