Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi:

Inzaghi: “Meritavamo di vincere ma abbiamo sprecato troppo. Adesso bisogna mantenere la calma”

Voleva vincerla, Inzaghi. L’aveva dichiarato nella conferenza della vigilia e probabilmente, quando al quarto d’ora ha visto Dzemaili solo davanti a Sportiello, ha davvero pensato fosse possibile. Purtroppo per lui e per il Bologna, il centrocampista svizzero ha masticato il pallone, gettando alle ortiche la migliore occasione della partita. Nonostante ciò, Super Pippo non ha alcuna intenzione di perdersi d’animo, vede ampi margini di miglioramento nella sua squadra ed è già concentrato sulla prossima sfida. Ecco le sue dichiarazioni al termine dello 0-0 di Torino contro il Frosinone:

Errori pesanti – «Nella prima mezzora abbiamo fatto molto bene e creato due clamorose occasioni con Dzemaili e Poli, due chance che non possiamo non trasformare in gol. Nel secondo tempo c’è stato un salvataggio sulla linea su un tiro di Pulgar, ma è anche vero che ci siamo un po’ disuniti, forse addirittura per la troppa voglia che avevamo di andare a prenderli, ma fino a quel punto i ragazzi mi erano piaciuti. Essendoci divorati quelle due chance a inizio gara, non ci resta che accettare il verdetto del campo e ripartire da quanto di buono fatto nel primo tempo».

Dzemaili, che spreco – «Non voglio parlare di un singolo, posso solo dire che dopo aver sbagliato il gol era dispiaciutissimo, ci avrebbe tenuto tanto. Deve stare tranquillo e continuare a lavorare».

Manca il gol – «Certamente mi aspettavo di fare più gol, dopo due partite siamo a zero e le occasioni per farli le abbiamo avute. Per trovarli dobbiamo essere più cinici, poi è chiaro che davanti alla porta può sbagliare chiunque, anche a me è successo varie volte in carriera. Va capito che se non troviamo la rete non è colpa solo degli attaccanti, dobbiamo muoverci meglio, creare presenza in area e continuare a buttare tanti cross dentro. Quel che è certo è che se saremo meno arruffoni, diventeremo più incisivi e troveremo i gol che ci mancano».

Manteniamo la calma – «Stasera in certi momenti mi sono arrabbiato con i ragazzi perché stavano perdendo le distanze, ma in generale devo e dobbiamo mantenere la calma e continuare a lavorare. Sappiamo che il primo obiettivo resta la salvezza, se riusciremo a raggiungerlo prima del tempo proveremo anche a salire. Il piano, concordato con la società, è questo: non ci deve essere nessuna apprensione».

Frecce a disposizione – «Ho valide alternative in panchina, stasera abbiamo cercato di fare cambi funzionali. Ho scelto Orsolini, Destro e Okwonkwo e avrei avuto anche altre possibilità, ma non posso farne giocare più di quattordici. Poli si è arrabbiato per la sostituzione? Magari ce l’aveva con se stesso, non me ne sono neanche accorto, di certo bisogna avere rispetto dei compagni che entrano».

Calendario in salita – «Sappiamo che dovremo iniziare a fare al più presto punti importanti, oggi volevamo vincere e lo avremmo meritato, ma dobbiamo già pensare alla prossima. Sabato prossimo affronteremo l’Inter, sarà una bella gatta da pelare ma in casa nostra vogliamo mettere in difficoltà chiunque».

Foto: Getty Images