Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi:

Inzaghi: “La strada è lunga ma mi è piaciuto lo spirito della squadra. L’affetto dei tifosi va ripagato coi fatti”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Bologna Filippo Inzaghi al termine del match di Coppa Italia contro il Padova, vinto 2-0 dai rossoblù al Dall’Ara.

Buona la prima – «Sono soddisfatto, mi è piaciuto lo spirito della squadra, non abbiamo mai rischiato nulla se non su un tiro. Il Padova si difendeva con dieci uomini al limite della propria area, non era semplice trovare varchi, anche se già nel primo tempo avevamo costruito un paio di occasioni importanti. La strada è ancora lunga ma se guardiamo agli altri risultati di questo turno capiamo quanto fosse complicato: volevamo regalare al pubblico una bella partita e sentivamo anche un po’ di pressione per questo, ma ci siamo riusciti».

Dzemaili sul dischetto – «Sia lui che Palacio e Falcinelli sono bravi a tirare i rigori, chiunque di loro può farlo, sono grandi e vaccinati per decidere sul momento, se poi ci sono problemi intervengo io. In generale vedo un gruppo con tanta voglia di fare, fin dal primo giorno di ritiro avevo fissato questa partita come obiettivo e ci siamo arrivati nel modo giusto. I margini di miglioramento sono ancora ampi e lo sappiamo, ma in attesa di crescere sul piano del gioco mi piace molto questo spirito».

Aspetti da migliorare – «Avremmo dovuto essere più intraprendenti in qualche giocata, ma col Padova così chiuso si faceva fatica. Il gioco sugli esterni meglio nel secondo tempo che nel primo, infatti Mattiello si è procurato il rigore e Dijks ha segnato. E poi bisogna cercare di più le punte con palloni sui piedi, ci abbiamo provato ma non sempre nel modo giusto».

Super Dijks – «Mitchell bisogna lasciarlo un attimo sereno, era abituato a giocare a quattro in un altro tipo di calcio e deve anche imparare la lingua, per fortuna è un ragazzo che ascolta e con una buona predisposizione al lavoro. È potente e ha leve lunghe ma è anche rapido, quello di stasera è solo un assaggio delle sue qualità, per noi può essere un elemento davvero importante».

Cuore rossoblù – «Ci sono poche parole, un affetto del genere può essere ricambiato solo coi fatti dando tutto quello che abbiamo, perché Bologna ha voglia di vedere gente che lotta e suda la maglia. Io non merito applausi perché non ho ancora fatto nulla, spero insieme ai ragazzi di regalare ai tifosi le soddisfazioni che meritano, quello che hanno fatto stasera è una cosa fuori dal comune».

Danilo in arrivo – «Leggo le notizie come tutti (ride, ndr), se arriverà un giocatore sarà in quel ruolo, con Mbaye a fare il quinto di centrocampo. Se sarà qualcuno in grado di migliorarci, ben venga, altrimenti possiamo anche restare così».

Foto: bolognafc.it