Lyanco campione e miglior difensore del Torneo di Tolone, la resistenza del Torino costringe il Bologna a virare su altri nomi

Lyanco: “Volevo assolutamente giocare, sono felice per il gol. Ora niente calcoli, pensiamo alla Lazio”

Tempo di Lettura: < 1 minuto

Non solo ha giocato novanta minuti nonostante il problema muscolare rimediato a San Siro e smaltito nel fine settimana, oggi ha anche timbrato il suo primo gol in rossoblù. Lyanco, al termine del match vinto 4-1 dal Bologna sul Parma, ha commentato così in mixed zone il successo rossoblù e il suo gol:

Il primo bacio – «Sono sicuramente contento per il primo gol in Serie A ma non solo per questo, oggi abbiamo fatto benissimo e offerto una grandissima prestazione di squadra».

Guerriero vero – «In settimana non mi sono allenato alla perfezione, ho fatto solo due allenamenti, ma ho detto a dottore e mister che me la sentivo e volevo assolutamente giocare, e sono contento di aver potuto aiutare la squadra».

Ad un punto dalla salvezza – «Non siamo salvi, mancano due partite e siamo solo cinque punti avanti rispetto all’Empoli. Pensiamo a fare una buona partita contro la Lazio e poi facciamo i calcoli».

Enorme cuore rossoblù – «Mi vedete spesso rivolgermi ai tifosi perché il loro supporto mi carica, anche oggi il pubblico è stato a dir poco fondamentale”

Diga brasiliana – «Con Danilo mi trovo benissimo: lui è davvero forte, ha grande esperienza e parliamo la stessa lingua, per noi intenderci è facile».

Tra Torino e Bologna – «Cairo ha detto che mi aspetta e si fida di me (sorride, ndr), ma personalmente al momento sto solo pensando a finire bene la stagione qui, poi vedremo».