Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Martusciello:

Martusciello: “Vincere per tirare dentro alla lotta salvezza anche il Bologna”

Stavolta no. Stavolta davvero errori, disattenzioni, mancanze, lacune e chi più ne ha più ne metta, costerebbero ancora più caro: la svolta la chiede la classifica e la impone la necessità di mettere fine a un periodo negativo con una sola vittoria nelle ultime dieci gare. Certe partite, semplicemente, vanno vinte e il Bologna non può più rimandare l’appuntamento con i tre punti.

Qui Bologna – La settimana non ha portato particolari novità sul fronte infermeria, con Donadoni che non avrà gli acciaccati Verdi, Rizzo e Sadiq e neppure lo squalificato Pulgar. Torna Gastaldello al centro della difesa in coppia con Maietta in una retroguardia che sarà completata da Masina e con Krafth che sembra in vantaggio nel ballottaggio con Torosidis. In mediana Nagy dovrebbe riprendersi il posto in regia, con Taider e Dzemaili a completare il reparto e Viviani che è comunque in ballottaggio per un posto. In avanti, con Destro terminale offensivo, dovrebbero agire Krejci a sinistra e Di Francesco a destra.

Qui Empoli ‒ «La squadra sta bene – ha detto alla vigilia il tecnico Giovanni Martusciello – e mi aspetto risposte importanti sotto l´aspetto delle motivazioni, in una gara fondamentale come quella di Bologna. La partita rimane uno scontro di Serie A che ci permetterebbe di tirare dentro la lotta anche il Bologna e quindi è una motivazione in più. Domani non dobbiamo avere paura, chiaro che giochiamo con un’ansia che non avevamo avuto negli ultimi anni, dettata dalla classifica. Il Bologna viene da risultati negativi? Anche noi e quindi mi interessa solo la reazione della mia squadra, domani penso solo ai miei. Dobbiamo mettere dentro tutte le armi che servono ad una squadra che ha difficoltà. In queste partite conta molto quello che ricerchi. Io ho bisogno di trovare una squadra serena. Dobbiamo solo scrollarci di dosso tutte le preoccupazioni che abbiamo addosso. Mi fa piacere sentire la fiducia della società che vede come si allena il gruppo, anche perché c´è comunque una crescita individuale e di collettivo. Quando perdi e vieni da tre sconfitte è chiaro che tutto si legge in modo negativo, ma la società non è mai andata dietro al chiacchiericcio, perché qui si è sempre lavorato così. Capisco che si faccia fatica a vedere le prestazioni, per colpa dei risultati. Abbiamo la testa bassa perché i risultati ci fanno vedere in maniera negativissima cose che sono negative, ma non così tanto come sembrano. Purtroppo è inevitabile che dopo tre anni di salvezze tranquille abbiamo ansia di prestazione». In avanti, nel 4-3-1-2 che dovrebbe essere il modulo dei toscani, Saponara agirà alle spalle di Marilungo e Maccarone.

Le probabili formazioni

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Gastaldello, Maietta, Masina; Taider, Nagy, Dzemaili; Di Francesco, Destro, Krejci.
A disp.: Da Costa, Sarr, Ferrari, Mbaye, Morleo, Oikonomou, Torosidis, Donsah, Viviani, Floccari, Mounier, Okwonkwo.
All.: Donadoni

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Cosic, Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Dioussé, Crose; Saponara; Marilungo, Maccarone.
A disp.: Pelagotti, Laurini, Barba, Dimarco, Maiello, J. Mauri, Buchel, Matheus, Tello A., Mchedlidze, Gilardino.
All.: Martusciello

© Riproduzione Riservata