Contro il Mezzolara si rivede il 4-3-3, doppietta di Avenatti nel 5-1 finale

Contro il Mezzolara si rivede il 4-3-3, doppietta di Avenatti nel 5-1 finale

A Casteldebole, davanti a circa duecento tifosi e al patron Joey Saputo, il Bologna affronta in amichevole il Mezzolara, formazione che milita in Serie D. In vista dell’insidioso match contro l’Atalanta, Roberto Donadoni torna al 4-3-3 e propone un undici molto simile a quello che potrebbe scendere in campo domenica in campionato, ad eccezione del portiere Santurro: Mbaye, De Maio, Helander e Masina in difesa, il trio Donsah-Pulgar-Dzemaili a centrocampo e Destro di punta, supportato sugli esterni da Verdi e Di Francesco. In avvio è proprio il figlio d’arte ad aprire le marcature con un bel diagonale su assist di Dzemaili, poi però i rossoblù si addormentano e di lì a poco vengono trafitti da Gavoci, bravo a finalizzare un’azione di contropiede superando in dribbling De Maio. Ritmi bassi e gara che si trascina senza emozioni fino al 39’, quando Pulgar realizza il gol del 2-1 con una botta dalla distanza che coglie impreparato il portiere avversario.
Nella ripresa spazio per le seconde linee (ad eccezione di Romagnoli, che ha lavorato a parte per una lieve contusione ad un piede, e degli infortunati Da Costa, Orsolini, Palacio e Poli) e passaggio ad un inedito 3-4-3 con Ravaglia tra i pali, Brignani, Gonzalez e Torosidis a comporre la retroguardia, Krafth e Keita sugli corsie laterali, Nagy e Crisetig in mediana e il tandem Falletti-Krejci ai lati di Avenatti in attacco. Lo spettacolo rimane modesto ma il Mezzolara concede più spazi e il Bologna, senza accelerare più di tanto, riesce ad arrotondare il punteggio. Prima Nagy, con una conclusione dal limite leggermente deviata, realizza il 3-1, poi sale in cattedra Avenatti: piatto sinistro nell’angolino e colpo di testa perentorio per il colosso uruguagio, che confeziona una pregevole doppietta e chiude in conti sul 5-1.

© Riproduzione Riservata