Grazie Mihajlovic, grazie Saputo

Mihajlovic: “Il primo tempo non mi è piaciuto, meglio nella ripresa. Vittoria meritata, Saputo era molto soddisfatto”

Al termine di Bologna-Chievo, gara terminata 3-0 grazie alla doppietta su rigore di Erick Pulgar e alla seconda rete stagionale di Mitchell Dijks, il tecnico rossoblù Sinisa Mihajlovic ha commentato così la fondamentale vittoria della sua squadra in conferenza stampa:

Bologna a due facce – «Il primo tempo non mi è piaciuto, volevamo risolvere la partita già nei primi minuti, eravamo troppo frenetici e non lucidi. Nella ripresa siamo andati molto meglio e non era facile, perché loro stavano tutti dietro la linea della palla e noi dovevamo essere più svegli e rapidi nelle scelte. Nel complesso direi che la vittoria sia meritata».

Lo spartito non cambia – «Scorie dopo Bergamo? Non ho problemi né sassolini da togliermi, il mio lavoro è fare delle scelte per il bene del Bologna. Dobbiamo continuare così, ora ci aspettano sette partite difficili che dovremo affrontare come abbiamo sempre fatto, ovvero cercando di vincere a prescindere dall’avversaria che ci troveremo di fronte».

Saputo raggiante – «Il presidente era venuto a vederci contro Roma, Juventus e Atalanta, io e lui abbiamo scherzato parecchio su questo argomento, per fortuna che quella di oggi l’abbiamo vinta (sorride, ndr). Scherzi a parte, l’ho sentito poco fa ed era molto soddisfatto, sarà di nuovo con noi per il match contro l’Empoli».

Cinque su cinque dal dischetto – «Pulgar è davvero bravo dal dischetto, riesce sempre ad essere freddo e preciso. Prima che arrivassi io il Bologna non aveva mai avuto un rigore, se da quando ci sono io ce ne hanno dati cinque è perché adesso portiamo tanti giocatori di qualità in area, e così facendo prima o poi qualcosa succede».

Dijks non si ferma più – «Mitchell è un buonissimo giocatore e adesso sta anche imparando l’italiano, finalmente (sorride, ndr)».

Foto: Imago Images