Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

È nelle difficoltà che si vede chi vale veramente

È nelle difficoltà che si vede chi vale veramente

Albert Einstein sosteneva: «È nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze». Il Bologna che non vince da un mese e mezzo non sarà forse in crisi certificata, ma certo affrontare non in formazione tipo (mettiamola così…) la seconda forza del campionato, la squadra che sinora ha segnato più gol di tutte, ben 26, e che in casa ha un filotto di cinque vittorie su cinque, non è il massimo della vita. È però vero che soprattutto nei momenti difficili si ha la possibilità di mostrare a se stessi e agli altri il proprio valore.

Qui Bologna – La settimana che ha tolto al Bologna Simone Verdi per l’infortunio alla caviglia con successivo intervento chirurgico, ha restituito Mattia Destro. Da qui a dire che il numero 10 giocherà, o tanto meno che giocherà titolare, ce ne passa. A partire titolare potrebbe anzi essere l’ex di turno Sadiq, in vantaggio nel ballottaggio con Floccari per il ruolo di punta centrale. Con il fantasista di Broni out, a destra potrebbe toccare a Rizzo, ma il ballottaggio con Di Francesco e Mounier resta aperto, mentre in mediana dovrebbe tornare il terzetto composto da Nagy in cabina di regia con Taider e Dzemaili interni. La difesa si annuncia all’insegna della linea verde, con Torosidis che ha comunque recuperato ed è a disposizione, ma dopo aver lavorato a parte per l’intera settimana non può essere al 100%. Le fasce dovrebbero così essere di competenza di Krafth (in ballottaggio con Mbaye) e Masina, mentre al centro potrebbe arrivare il momento del debutto stagionale di Ferrari, che pare in vantaggio nel ballottaggio con Oikonomou per affiancare Helander nella retroguardia priva dello squalificato Gastaldello e dell’infortunato Maietta.

Qui Roma – «Il Bologna – ha sottolineato alla vigilia mister Luciano Spalletti – è una buona squadra con una società forte alle spalle. Inoltre Donadoni sa dare un’identità ben precisa alla squadra. Sarà una gara difficile come tutte, ma vogliamo continuare nella nostra crescita». È lungo l’elenco degli indisponibili per il tecnico giallorosso: Emerson, Manolas, Mario Rui, Nura, Vermaelen, Florenzi e Totti. Nel 4-2-3-1, che dovrebbe essere il modulo di domani, a supporto di Dzeko agiranno Salah, Nainggolan e Perotti.

Le probabili formazioni

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Peres, De Rossi, Rudiger, J. Jesus; Paredes, Strootman; Salah, Nainggolan, Perotti; Dzeko.
A disp.: Becker, Cristanto, Marchizza, De Santis, Fazio, Pellegrini, Seck, Gerson, El Shaarawy, Iturbe.
All.: Spalletti

Bologna (4-3-3): Da Costa; Krafth, Ferrari, Helander, Masina; Taider, Nagy, Dzemaili; Rizzo, Sadiq, Krejci.
A disp.: Gomis, Sarr, Mbaye, Oikonomou, Torosidis, Donsah, Pulgar, Viviani, Destro, Di Francesco, Floccari, Mounier.
All.: Donadoni

© Riproduzione Riservata

Foto: bolognafc.it