Rassegna stampa 13/10/2018

Orsolini: “Il gol annullato è stata una brutta botta, il rammarico per la sconfitta è forte”

Di seguito suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dall’attaccante rossoblù Riccardo Orsolini al termine di Bologna-Milan 1-2.

Nemico VAR – «È la seconda volta quest’anno che mi viene annullato un gol dopo il controllo del VAR (la prima quando giocava nell’Atalanta, ndr). È stata una brutta botta, avevamo ripreso subito il risultato ed era giusto così. Nello spogliatoio ho rivisto le immagini e francamente non ho capito il perché della mancata convalida, rimangono diversi dubbi e mi dispiace tanto».

Scarso cinismo – «Anche oggi ci è mancato poco per portare a casa punti. Nel primo tempo abbiamo giocato un buon calcio, prendendo però due gol con due tiri, e il rammarico è forte. Bologna è una piazza che pretende impegno, sacrificio e attaccamento alla maglia, e da questo punto di vista direi che ci siamo, per migliorare la nostra classifica occorre un po’ più di cinismo e cattiveria sotto porta».

Ruolo e rapporto con Donadoni – «In queste ultime due gare ho giocato quinto di destra a centrocampo e terzo d’attacco a sinistra, voglio adattarmi a tutto quello che mi chiede il mister perché significa che serve alla squadra. Di recente ha espresso un giudizio su di me e lo accetto di buon grado, ci siamo parlati di persona e gli ho ribadito la mia grande voglia di migliorare sotto ogni punto di vista».