Rassegna stampa 22/06/2019

Palacio: “Non è il momento di guardare la classifica, dobbiamo solo continuare così. Una statua per me? La merita tutta la squadra”

‘El Trenza’ Rodrigo Palacio, anche oggi autore di un’ottima prestazione, al termine del match vinto 2-1 dal suo Bologna contro il Sassuolo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Centravanti a modo mio – «Non sono un numero 9 puro o un bomber, ma cerco di dare il mio contributo in modo diverso, faccio movimenti per allargare provo ad essere comunque utile ai miei compagni».

Un errore che poteva costare caro – «È vero, ho avuto la palla per il raddoppio e quindi per chiudere la partita, ma non sono riuscito a segnare, forse ho anticipato troppo il movimento. Oltre a questo ero stanco, e in generale le occasioni viste da fuori sembrano sempre più facili di quanto non lo siano in realtà. L’unica cosa che conta è che alla fine a segnare ci abbia pensato Mattia».

Vietato alzare il piede dall’acceleratore – «Siamo contentissimi, abbiamo sofferto ma vinto contro una squadra forte. Non so fare una classifica dei miei momenti vissuti qua, ma questa è sicuramente una vittoria importante, dato il momento che stiamo attraversando. Ora mancano nove partite e dobbiamo continuare così, perché con questa mentalità la salvezza può arrivare. Per il momento non guardiamo la classifica, pensiamo solo a continuare così».

Nessuna statua, la forza è il gruppo – «Non ho segreti per rimanere in forma, forse sono solo un privilegiato perché ho sempre avuto pochi infortuni. Si parla di farmi una statua in città? Macché, parliamo di tutti quanti e delle prestazioni che sta offrendo la squadra. Nessun singolo può far ottenere dei punti, ognuno sta dando il suo ed è quello che dobbiamo continuare a fare per raggiungere l’obiettivo».