Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Poli:

Poli: “Adesso c’è poco da dire e molto da fare, ma niente è ancora perduto”

A seguito della dolorosa sconfitta per 2-1 rimediata contro l’Empoli, il centrocampista (e oggi capitano) del Bologna Andrea Poli ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai giornalisti presenti allo stadio Castellani:

C’è poco da dire – «Non sarebbe mio costume parlare, ma non perché non voglia prendermi delle responsabilità, anzi, sono il primo a dover dare di più. In questo momento però c’è poco da dire e molto da fare, perché tutti noi ci stiamo impegnando ma non basta, dobbiamo fare di più».

Prestazione da salvare – «La prestazione c’è stata, secondo me era da tempo che il Bologna non faceva una partita del genere fuori casa. Ma siamo in Serie A e ogni minimo errore si paga».

Squadra viva – «Non è il momento di puntare il dito, dobbiamo rialzarci perché niente è perduto e questa squadra ha le possibilità per farcela. Lo spogliatoio è unito e arrabbiato, e credo che oggi abbiamo fatto vedere che effettivamente ci siamo assunti una responsabilità. Purtroppo, però, sono mancati i punti».

Calendario proibitivo – «Ci aspetta un calendario difficile, ma dal punto di vista mentale è quasi meglio giocare contro squadre a cui sai di non poter davvero concedere nulla».

Foto: bolognafc.it