Rassegna stampa 14/05/2018

Rassegna stampa 14/05/2018

REPUBBLICA

AL PEGGIO NON C’È FINE

La curva grida: «Meritiamo di più». Venti volte k.o., il record più triste. Ritmo e tante palle gol, la squadra aveva cominciato bene. Poi l’ennesimo tracollo, tra fischi e insulti. Società serena, va tutto bene mister Saputo? Bigon: «Avanti così. Se ascoltassi la piazza cambierei lavoro».

CORRIERE DELLO SPORT – STADIO

FIGURACCIA BOLOGNA

Bigon arrabbiato ma realista: «Noi salvi già a febbraio». E non assicura sul futuro di Verdi: «Dall’Atalanta in giù chi può non vendere?». Donadoni deluso: «Capisco la gente e non mi tiro indietro. Siamo dispiaciuti anche noi. Voglio solo convincere i tifosi attraverso il lavoro. Ci credo».

CORRIERE DI BOLOGNA

AL CAPOLINEA

Il Bologna comincia bene ma finisce presto. Il Chievo conduce la partita e vince. È la nona sconfitta in casa di un gruppo spento, senza qualità. Grinta e anima lasciati chissà dove, davanti ad uno stadio pieno. E Verdi, furioso, se ne va senza salutare.

RESTO DEL CARLINO

IL SOLITO BOLOGNA SI BUTTA VIA

Verdi se ne va furibondo, la curva contesta Donadoni. La difesa sta a guardare. Dzemaili: «Dobbiamo ripartire da zero». Donadoni in bilico, ma Bigon assicura che non ci saranno rivoluzioni.