Rastelli:

Rastelli: “Bologna squadra brillante, tutto il collettivo è cresciuto”

Ventisei punti per entrambe, con vista sulla parte sinistra della classifica, e l’obiettivo di non fermarsi. Quella che andrà in scena domani al Sant’Elia è la definizione da manuale di ‘scontro diretto’.

Qui Bologna Quella appena trascorsa in casa rossoblù è stata la settimana dei recuperi di Vasilis Torosidis e Umar Sadiq, mentre Donadoni non potrà ancora contare su Daniele Gastaldello e Filip Helander, che potrebbero comunque tornare a disposizione dalla prossima settimana. Servirà invece qualche giorno in più per rivedere all’opera Saphir Taider, dopo l’intervento al menisco dello scorso 13 gennaio: sono gli unici ancora presenti in un’infermeria che si sta svuotando. A conti fatti, l’undici che scenderà in campo domani al Sant’Elia potrebbe non essere molto diverso da quello che sette giorni fa aveva affrontato il Torino, con Godfred Donsah che dovrebbe prendere il posto dello squalificato Blerim Dzemaili. Sulla carta è comunque rimane invece aperto il ballottaggio tra Erick Pulgar e Federico Viviani come perno del centrocampo. In difesa la linea formata da Emil Krafth e Adam Masina sugli esterni, con Mimmo Maietta e Marios Oikonomou al centro dovrebbe essere confermata, così come in avanti il trio con Mattia Destro supportato da Federico Di Francesco e Ladislav Krejci. Occhio comunque alle quotazioni di Simone Verdi: il numero 9, rientrato domenica scorsa, non ha probabilmente la tenuta sui novanta minuti, ma la sua resistenza è comunque destinata a crescere. Convocati anche i Primavera Aaron Mattia Tabacchi e Fabrizio Brignani.

Qui Cagliari – Il Sant’Elia sarà tutto esaurito, complice una promozione sul costo dei biglietti e il fatto che la Curva Nord resterà chiusa per la seconda delle due giornate di squalifica. «Il Bologna – ha spiegato alla vigilia il tecnico Rastelli – è un avversario che ha ritrovato brillantezza atletica e vittorie anche importanti. Sono rientrati anche giocatori importanti come Verdi, ma è tutto il collettivo che è cresciuto. Dzemaili in questo momento è il miglior finalizzatore del gioco del Bologna, succede che alcuni giocatori in un certo momento della stagione siano più determinanti: sarà un piccolo problema in meno, visto che è squalificato. Al di là di lui però i felsinei hanno attaccanti in forma. Noi faremo la nostra gara sapendo che in casa sappiamo farci rispettare, ringrazio i tifosi per l’affluenza che ci rende felici. La curva sarà vuota ma la spinta degli altri settori può essere determinante». Tante le assenze per la squadra sarda, soprattutto in mediana: non ci saranno gli squalificati Joao Pedro e Barella e gli indisponibili Ionita, Padoin, Farias, Faragò e Melchiorri. Il modulo dovrebbe essere il consueto 4-3-1-2 con Di Gennaro alle spalle di Borriello e Sau.

Le probabili formazioni

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Pisacane, Ceppitelli, B. Alves, Murru; Dessena, Tachtsidis, Isla; Di Gennaro; Borriello, Sau.
A disp.: Colombo, Gabriel, Miangue, Capuano, Bianco, Antonini Lui, Salamon, Giannetti.
All.: Rastelli

Bologna (4-3-3): Mirante; Krafth, Oikonomou, Maietta, Masina; Donsah, Pulgar, Nagy; Di Francesco, Destro, Krejci.
A disp.: Da Costa, Sarr, Brignani, Mbaye, Torosidis, Rizzo, Tabacchi, Viviani, Okwonkwo, Petkovic, Sadiq, Verdi.
All.: Donadoni

© Riproduzione Riservata