Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Rizzo: “Non avevamo rischiato niente fino al gol”

Nei giorni scorsi è stato in ballottaggio con Brienza per una maglia da titolare. Alla fine Luca Rizzo ha conquistato un posto nell’undici di partenza, dando segnali positivi e andando vicino al gol nella ripresa ribattuto da D’Ambrosio. Ecco le sue parole dopo il 2-1 patito dall’Inter.

La gara – «E’ un peccato, perché non avevamo rischiato niente fino ai gol: sono state due disattenzioni su calcio piazzato, che non ci possiamo permettere. Siamo andati sotto 2-0 e abbiamo comunque provato a rimetterla in piedi. Prima è capitata l’occasione a me, con la doppia respinta, poi è arrivato il 2-1 ma la partita era ormai finita». 

L’obiettivo – «Noi continuiamo ad andare in campo con la voglia di fare i tre punti, poi vedremo alla fine quale sarà il piazzamento in classifica. Vogliamo fare i tre punti ad ogni gara e anche oggi l’abbiamo dimostrato, peccato per quei due errori che abbiamo concesso un po’ ingenui. Penso che oggi abbiamo fatto una buona gara, forse all’inizio li abbiamo un po’ subiti mentre nella ripresa siamo partiti forte e a quel punto erano loro a non riuscire ad uscire. Non abbiamo rischiato niente, peccato per quei due gol che abbiamo regalato. Non si possono regalare due gol a una squadra come questa perché poi diventa veramente dura. Dobbiamo stare più concentrati, ora rivedremo la partita, ci prenderemo giustamente il cazziatone del mister e cercheremo già da domenica di portare a casa i tre punti». 

Zuniga – «Siamo molto contenti sia tornato. Ha vissuto un momento molto brutto che purtroppo nella vita può capitare e abbiamo cercato di stargli vicino il più possibile. Siamo molto contenti di averlo qui, speriamo di ritrovarlo e che abbia sempre più possibilità». 

Condizione fisica – «Nelle ultime due partite purtroppo non ho giocato. Sinceramente non pensavo neppure io di stare così bene e sono contento di aver giocato 90 minuti a questi ritmi». 

L’Atalanta – «Tutte le partite sono importanti, da giocare e da cercare di vincere».