Taider:

Taider: “Un vero peccato, in parità numerica l’avremmo vinta noi”

Altra prestazione positiva per Saphir Taider, nonostante la sconfitta per 1-0 rimediata questo pomeriggio dal Bologna contro il Genoa al Dall’Ara. Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal centrocampista algerino al termine del match.

Sconfitta beffarda – «Siamo una squadra ambiziosa ma dobbiamo dimostrarlo ogni volta sul campo, c’è ancora tanto da lavorare. È un peccato perdere partite così, probabilmente in undici contro undici l’avremmo vinta noi, ci abbiamo comunque provato ma non ci siamo riusciti».

Arbitraggio rivedibile – «Se escludiamo l’azione del gol, il Genoa non è stato troppo pericoloso. Riguardo all’arbitro preferisco non parlare, tutti siamo umani e sbagliamo».

Cuore e gambe fino alla fine – «Sul piano fisico stiamo bene, lo dimostra il fatto che anche in dieci abbiamo tenuto bene il campo e sfiorato il vantaggio. Anche il primo tempo è stato buono, il pallone lo avevamo quasi sempre noi».

Crescita costante – «Analizzeremo bene i nostri errori, certo si può e si deve sempre crescere. Personalmente a Bologna sto benissimo e sto aumentando la mia esperienza in Serie A».

Organico decimato in settimana – «Anche la Lazio avrà giocatori che partiranno con le loro Nazionali. Bisogna imparare a giocare ogni tre giorni, proprio come fanno le grandi squadre».