Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

23 convocati per Bologna-Roma: out Donsah, Helander, Palacio e Pulgar, si rivede Paz

Un pomeriggio all’Isokinetic: Donsah freme, Paz migliora, Palacio è quasi pronto…

All’Isokinetic per smaltire un problema fisico che mi sono procurato sui campi di provincia, tra i compagni di fisioterapia posso vantare (purtroppo, nel senso che preferirei vederli in campo) alcuni giocatori del Bologna. A qualsiasi ora io arrivi per iniziare terapie ed esercizi, Rodrigo Palacio c’è sempre, ed è quindi lecito il dubbio che sia lui ad aprire e chiudere il centro. ‘El Trenza’, oltre a mostrare ancora un fisico impeccabile (ma questo lo sapevate già), è un esempio di abnegazione e amore per il proprio lavoro. Mentre passo davanti al lettino dove si sta facendo massaggiare è lui a salutarmi per primo (indubbiamente fa piacere, non è una cosa scontata), e allora io azzardo un «Ciao Rodrigo, come stai? C’è tanto bisogno di te anche quest’anno». Lui sorride, alza il pollice e mi risponde: «Adesso va meglio». Il suo spirito positivo, unito alla conferma di alcuni dottori («Alla ripresa dopo la sosta ci sarà»), mi fanno stare decisamente più tranquillo.
A pochi metri da noi c’è un altro argentino, Nehuén Paz, alle prese con una distorsione al ginocchio sinistro. Ultrasuoni, laser, rieducazione con carichi credenti, il difensore di Buenos Aires ci dà dentro e la luce alla fine del tunnel non sembra troppo lontana. Più indietro Godfred Donsah, il cui sguardo è molto simile a quello di una tigre in gabbia. C’è ancora un tutore a limitare i movimenti del centrocampista ghanese, dopo la frattura al perone della gamba destra rimediata in Austria, ma non sarà certo un brutto infortunio a frenare un ragazzone di 22 anni che nella vita ha già superato ostacoli ben peggiori. Tornerà anche lui e spero di farlo presto pure io, che non ho lo stesso talento dei tre rossoblù ma certamente la stessa voglia di ricominciare a correre dietro ad un pallone.

© Riproduzione Riservata