Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Verdi:

Verdi: “C’è parecchia rabbia, vedere buttati via 3 punti così fa dispiacere”

Era in predicato di sostituire Destro e giocare nel ruolo di finto centravanti. Invece il centravanti vero lo ha fatto Floccari, e Simone Verdi ha agito nel ruolo di esterno. E lo ha fatto, ancora una volta, bene. Ecco le sue parole al termine del pareggio contro la Lazio.

Il pareggio – «C’è parecchia rabbia. L’avevamo indirizzata bene ed eravamo riusciti ad andare in vantaggio e anche meritatamente: all’inizio eravamo partiti forte. C’è poi stata anche un po’ di fortuna perché Angelo oggi ha fatto delle gran parate e alla fine quell’episodio un po’ sfortunato dovevamo cercare di evitarlo perché ci siamo sacrificati per 90 minuti e vedere buttati via tre punti così dà molto dispiacere».

È un Bologna che lotta e ci prova – «Questo è anche un po’ il nostro motto. Per giocare a calcio, nella Serie A di oggi, puoi anche essere bravo tecnicamente, ma se non corri e non dai una mano ai compagni fai molta più fatica. Noi cerchiamo di sopperire dando sempre il massimo e cercando di sacrificarci anche per i compagni».

In spogliatoio alla fine – «Eravamo talmente arrabbiati che nessuno ha detto nulla. Ne parleremo in settimana con il mister e sentiremo cosa avrà da dirci».

Verdi e il Bologna – «Sentire la fiducia dello staff per un giocatore è la cosa più importante. Quando senti la fiducia dei compagni sei disposto anche a dare qualcosa in più per cercare di ricambiarla».

Tanti giocatori che possono segnare, un’arma in più – «L’importante non è chi segna, ma che ci sia qualcuno che lo fa. Che sia io, Destro, Di Francesco o l’Helander della situazione  poco importa. L’importante è che siamo tutti compatti e diamo tutto il massimo».

La Nazionale – «Ogni giocatore deve puntare in alto, ma quando vado in campo non penso ad altro che al Bologna e a dare il massimo per questa maglia. Se dovesse arrivare la Nazionale sarei davvero contento ma  sarebbe comunque sempre grazie alla società e ai miei compagni e non solo per merito mio».

Foto: bolognafc.it