Verdi:

Verdi: “Ottimo primo tempo, meritavamo di più. A Bologna sto bene, adesso voglio arrivare a dieci gol”

Un gol, realizzato con grande freddezza dal dischetto, e tante giocate importanti. Tra i protagonisti di Juventus-Bologna, match terminato con la vittoria per 3-1 dei bianconeri, c’è stato sicuramente Simone Verdi, che al termine della sfida di Torino ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Illusione e fredda realtà – «Siamo molto dispiaciuti per il risultato, meritavamo senza dubbio qualcosa in più. Il nostro primo tempo è stato ottimo, anche se alla fine ci siamo schiacciati un po’ troppo, poi nella ripresa è entrato Douglas Costa e ha spaccato la partita: è un campione, non sono io che devo dirlo ma è sotto gli occhi di tutti».

Rigore rischioso – «Non tiravo un rigore da due anni e l’attesa prima del fischio è stata lunga, ma ero abbastanza calmo. Se l’avessi sbagliato avrei fatto una figuraccia, per fortuna è andata bene. Mi alleno a calciare in quel modo tutti i giorni, guardando in particolare con quale gamba spinge lateralmente il portiere».

Messaggi da Napoli – «Mi hanno scritto in settimana, ma io stasera pensavo solo a fare bene per la mia squadra. Ho sempre ripetuto la stessa cosa: sono rimasto qui per finire l’anno perché è solo la seconda stagione che gioco con continuità. Quella di gennaio è stata una decisione difficile, il Napoli sotto l’aspetto economico mi avrebbe cambiato la vita, ma non faccio fatica ad arrivare a fine mese nemmeno a Bologna. Sono felice in rossoblù, e sotto le Due Torri ho una ragazza che mi fa sentire a casa».

Bologna senza obiettivi? – «Ho molti compagni che si giocano un posto per andare al Mondiale, io mi sono posto il traguardo dei dieci gol, e tutti insieme vogliamo raggiungere l’undicesimo posto migliorando i punti dello scorso campionato».

Foto: juventus.com