Rassegna stampa 30/03/2018

Verdi: “Dopo Verona eravamo arrabbiati e oggi si è visto. Destro è importante per noi, il mio gol è merito suo”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal fantasista del Bologna Simone Verdi dopo la roboante vittoria per 3-0 ottenuta dai rossoblù al Dall’Ara contro la Sampdoria.

Il motore è stato la rabbia – «Dopo Verona eravamo contenti per aver spezzato le quattro sconfitte consecutive ma non per la prestazione. Abbiamo passato una settimana arrabbiati e oggi si è visto, anche chi non giocava da tempo ha fatto una grande partita. Abbiamo disputato una grandissima partita contro una Sampdoria forse non al meglio, ma parte del merito è anche nostro e della nostra giusta mentalità».

Gruppo sano e compatto – «Grandissimo sacrificio nel secondo tempo, il gruppo è unito e rema dalla stessa parte, oggi ha giocato molto bene anche chi è subentrato e questo è assolutamente positivo».

Fame di vittorie – «Adesso non dobbiamo accontentarci, dobbiamo continuare ad avere fame. Siamo padroni del nostro destino e possiamo decidere cosa fare del nostro campionato».

Non sparate su Mattia – «Smettiamola di pensare che Destro non abbia voglia, io lo vedo tutta la settimana e so come si allena. Oggi ha messo in campo grande impegno e anche senza gol ha avuto un gran atteggiamento, la mia rete è arrivata da una sua giocata. Mattia è un attaccante importante, lo stavamo aspettando».

Primo gol da calcio d’angolo – «Il gol su corner lo attendevamo da tempo e lo studiavamo sempre in allenamento, è stato bravissimo Mbaye ad attaccare la palla».

Bene da trequartista, meglio da esterno – «Mi troverei anche a giocare dietro a Destro e Palacio, ma dipende dal mister. Il trequartista l’ho già fatto durante la mia carriera, ma penso di aver dimostrato meglio le mie qualità da esterno».