Rassegna stampa 17/04/2018

Bigon: “Per Diawara solo interessamenti, il Bologna gli ha proposto un aumento”

Questo pomeriggio, nel corso della trasmissione Quasi Gol in onda su Radio Bologna Uno, il direttore sportivo rossoblù Riccardo Bigon è intervenuto in diretta per fare il punto della situazione sul mercato. Di seguito, suddivise per argomenti principali, le sue dichiarazioni.

Il futuro di Diawara − «Siamo in una fase di richiesta informazioni, chiacchiere e avvicinamenti. L’unica proposta concreta è stata quella del Valencia di qualche tempo fa, comunque molto lontana dal valore che noi riteniamo abbia il calciatore. Amadou è molto giovane e ha messo in mostra doti notevoli, per lui troveremo una soluzione di mercato solo se arriverà un’offerta adeguata. È normale che il ragazzo pensi a ingaggi alti e palcoscenici importanti, ma è anche vero che il Bologna gli ha proposto un contratto sullo stesso livello dei giovani più importanti della rosa, senza chiedergli alcun prolungamento del contratto. Si trattava di un semplice aumento, un premio per quanto ha fatto nella passata stagione. Se dal mercato arriveranno proposte che faranno contenti sia noi che lui allora l’affare si potrà concludere, non metto nessun veto alla sua cessione. Per Diawara sono arrivati interessamenti dal punto di vista tecnico da più di qualche squadra italiana e da tre-quattro squadre straniere, poi sappiamo tutti che nel mercato alcuni interessamenti a volte si concretizzano e a volte no».

Il futuro di Giaccherini − «Parlo spesso con Valcareggi, ci teniamo aggiornati giorno per giorno e siamo molto contenti per le cose belle che Giak sta facendo in azzurro. Prima della fine dell’Europeo non ci saranno decisioni da parte sua, ci aggiorneremo alla fine dell’avventura in Francia. Il calciatore chiaramente ci piace ma rispetto all’anno scorso, quando era stata allestita un’operazione vantaggiosa dal punto di vista economico, ora il Bologna non si può permettere un contratto come quello che ha al Sunderland. Dobbiamo capire se le condizioni economiche per acquistare il giocatore sono sostenibili per le nostre casse, perché siamo una società che deve stare attenta ai costi delle operazioni».

Le trattative in corso − «Stiamo cercando di analizzare a fondo il reparto d’attacco, cercando nel contempo di trovare elementi che ci possano dare più forza, qualità e pericolosità senza compromettere l’equilibrio del gruppo. Molte trattative si svilupperanno anche più avanti, ne stiamo portando avanti diverse in modo concreto in maniera concreta, proseguendo su varie strade in collegamento quotidiano con l’allenatore, per allineare le caratteristiche dei singoli con il gioco della squadra. Come club dobbiamo però stare attenti a non andare oltre a ciò che investe il nostro chairman. Prima della partenza per Castelrotto potremmo chiudere un’altra operazione, probabilmente proprio in avanti: non posso dire altro ma stiamo trattando e spero vada tutto bene».

Foto: bolognafc.it