Bologna, c'è un identikit per il prossimo allenatore: sarà giovane, con idee interessanti e voglia di emergere

Bologna, c’è un identikit per il prossimo allenatore: sarà giovane, con idee interessanti e voglia di emergere

Nelle ultime ore è stata diffusa la notizia che vorrebbe il Bologna sulle tracce di Francesco Guidolin (62), già sulla panchina del Dall’Ara dal 1999 al 2003, o comunque di un allenatore navigato. Sembra però che l’ex Palermo e Udinese non abbia alcuna intenzione di tornare alla guida di un club, preferendo un’avventura da c.t. all’estero. Da Casteldebole, inoltre, trapela una linea di pensiero ben diversa: il prossimo tecnico dovrà essere giovane, con idee interessanti e la fame tipica di chi vuole emergere. A tal proposito, non è ancora da archiviare il nome di Roberto De Zerbi (38): Sassuolo in netto vantaggio, ma fino quando non arriverà il nero su bianco la dirigenza rossoblù continuerà a provarci. I felsinei restano vigili anche su Filippo Inzaghi (44), attualmente impegnato nei playoff di Serie B con il suo Venezia, e valutano attentamente il profilo di Giovanni Stroppa (50), reduce da due ottime stagioni a Foggia. L’unica certezza, alla vigilia del ritorno di Joey Saputo sotto le Due Torri, pare essere il divorzio da Roberto Donadoni (54), che in tre anni non è riuscito a far progredire la squadra e il cui rapporto con la tifoseria è ormai ai minimi termini.

© Riproduzione Riservata