In Serie A solo 11 successi del Bologna in casa Lazio, l'ultimo nel marzo 2012

Il caos Diamanti nel 2014 e i colpi in B nel 2015, tutto il resto (a gennaio) è noia

Per la maggior parte dei club italiani la sessione invernale di calciomercato non è quasi mai sinonimo di colpi ad effetto ed entusiasmo, ma soprattutto di piccoli accorgimenti e monotonia. Non fa eccezione il Bologna, che nelle ultime cinque finestre di gennaio si è limitato soprattutto a sfoltire la rosa in uscita e ad apportare qualche ritocco in entrata. Si distaccano da questo scenario solamente il 2015, peraltro in Serie B, con vari giocatori di spessore portati sotto le Due Torri dal neo patron Joey Saputo per avvicinarsi ulteriormente all’obiettivo promozione, e il 2014, purtroppo per il clamore suscitato dalla cessione di Alessandro Diamanti in Cina il 7 febbraio, senza più la possibilità di sostituirlo. Di seguito, nel dettaglio, le principali operazioni effettuate dal club rossoblù nel mercato di riparazione dal 2012 in poi.

GENNAIO 2012 (pres. Guaraldi, d.g. Zanzi, all. Pioli – Serie A, 9° posto finale)

ACQUISTI: Belfodil (A, Lione, prestito), Rubin (D, Parma, prestito), Sorensen (D, Juventus, comproprietà).
CESSIONI: Coda (A, Siracusa, prestito), Gavilan (A, Piacenza, prestito), Pasi (A, Chiasso, prestito), Rodriguez F. (A, Piacenza, prestito).

GENNAIO 2013 (pres. Guaraldi, d.g. Zanzi, all. Pioli – Serie A, 13° posto finale)

ACQUISTI: Christodoulopoulos (C, Panathinaikos, definitivo), Moscardelli (A, Chievo, definitivo), Naldo (D, Granada, prestito).
CESSIONI: Acquafresca (A, Levante, prestito), Gimenez (A, Grosseto, prestito), Paponi (A, Montreal Impact, prestito), Pisanu (C, Montreal Impact, prestito), Portanova (D, Genoa, definitivo), Rodriguez F. (A, Montevideo Wanderers, prestito).

GENNAIO 2014 (pres. Guaraldi, d.g. Zanzi, all. Ballardini – Serie A, 19° posto finale e retrocessione)

ACQUISTI: Ibson (C, Corinthians, definitivo), Friberg (C, Malmoe, definitivo).
CESSIONI: Agliardi (P, Cesena, prestito), Diamanti (A, Guangzhou Evergrande, definitivo*), Ferrari (D, Crotone, prestito), Gimenez (A, Desportivo Nacional, definitivo), Palomeque (D, Paganese, prestito), Pisanu (C, Prato, prestito), Radakovic (D, Novara, prestito), Veratti (A, Sudtirol, prestito), Yaisien (A, Trapani, prestito).

* Giocatore ceduto il 7 febbraio, a mercato italiano chiuso.

GENNAIO 2015 (chairman Saputo, d.t. Corvino, all. Lopez – Serie B, 4° posto finale e promozione ai playoff)

ACQUISTI: Da Costa (P, Sampdoria, definitivo), Gastaldello (D, Sampdoria, definitivo), Krsticic (C, Sampdoria, prestito con diritto di riscatto), Mancosu (A, Trapani, definitivo), Mbaye (D, Inter, prestito con obbligo di riscatto), Sansone G. (A, Sampdoria, prestito con obbligo di riscatto).
CESSIONI: Bentancourt (A, Defensor Sporting, definitivo), Friberg (C, Elfsborg, definitivo), Giannone (A, Reggiana, fine prestito), Lombardi (P, Santarcangelo, prestito), Malagoli (P, Mantova, prestito), Paez (D, Liverpool, fine prestito), Riverola (C, Altach, prestito), Pasi (A, Cremonese, definitivo), Rodriguez F. (A, rescissione consensuale), Stojanovic (P, Crotone, prestito con diritto di riscatto), Yaisien (A, Arezzo, prestito).

GENNAIO 2016 (chairman Saputo, d.t. Corvino, all. Donadoni – Serie A, 14° posto finale)

ACQUISTI: Constant (C, svincolato, definitivo con opzione di rinnovo), Floccari (A, Sassuolo, definitivo), Zuniga (D, Napoli, prestito).
CESSIONI: Ceccarelli (D, Salernitana, prestito), Crimi (C, Carpi, prestito con diritto di riscatto), Falco (A, Cesena, prestito), Pulzetti (C, Spezia, definitivo), Mancosu (A, Carpi, prestito con obbligo di riscatto condizionato), Palomeque (D, Lucchese, prestito).

© Riproduzione Riservata