Ecco i numeri di maglia del Bologna: 2, 3, 5 e 8 senza padrone, Tomiyasu prende il 14, Destro avanti col 22

Destro pronto (a malincuore) a salutare Bologna, ma non a lasciare l’Italia

Il mercato di riparazione si avvicina sempre più, e una delle principali valutazioni che il Bologna sarà chiamato a compiere è quella relativa a Mattia Destro (27). Il centravanti marchigiano, infatti, nonostante uno score di 73 gol tra Serie A e Coppa Italia, non trova più spazio, una situazione non paradossale ma certamente inspiegabile viste le difficoltà che i rossoblù stanno incontrando nell’andare a bersaglio. Ma tant’è, Inzaghi non lo vede a tal punto da relegarlo a quarta o quinta scelta e mandarlo in campo solo per pochi minuti.
Destro, che sarebbe interessante vedere all’opera proprio in coppia con il ‘rivale’ Santander (ma questa opzione il buon Pippo non la considera nemmeno), è quindi entrato nell’ordine di idee di accettare una sistemazione lontano dalle Due Torri, seppur a malincuore visto che in città si trova molto bene e può ancora contare sull’affetto della Curva Andrea Costa. Qui, però, sorge un problema, perché il numero 22 non vorrebbe lasciare l’Italia mentre il Bologna preferirebbe non cederlo ad una diretta concorrente, onde evitare siano magari i suoi gol quelli determinanti per salvare un’altra squadra. Una matassa che, per forza di cose, andrà sbrogliata al più presto.

© Riproduzione Riservata