Džemaili, ora o mai più. Matri non convinto dall’ipotesi Impact, sullo sfondo c’è Pinilla

Ore decisive per Blerim Džemaili (30), che era stato convocato dal tecnico Riekerink per la Supercoppa di Turchia contro il Besiktas ma ha assistito al match dalla tribuna. Non è più un segreto che il Bologna lo voglia vestire di rossoblù, così come che abbia già un accordo col giocatore. C’è però un limite di tempo che il club di Joey Saputo si è dato, oltre il quale non andrà. O il centrocampista sarà nel capoluogo emiliano domani, o la società felsinea potrebbe spostare le proprie attenzioni altrove, infastidita dal tira e molla del Galatasaray ma anche dall’atteggiamento del centrocampista svizzero, non disponibile a scontare una buonuscita al club turco. Per questa serie di motivazioni, se l’epilogo sarà positivo lo sarà a stretto giro di posta.
Come anticipato negli ultimi giorni, è sempre vivo anche il forte interesse di Riccardo Bigon per Alessandro Matri (32). Cos’è cambiato tra ieri e oggi? Ebbene, Matri non sarebbe interessato ad un’esperienza in Canada, facendo così decadere il due più due proposto da Saputo. Resterebbero quindi in ballo il biennale offerto dal Sassuolo e il biennale del Bologna: saranno le motivazioni del centravanti di Sant’Angelo Lodigiano a indirizzarne il futuro.
Tra i profili graditi a Roberto Donadoni c’è anche quello di Mauricio Pinilla (32), in rotta con Gian Piero Gasperini e dunque con l’Atalanta, dove non troverà più spazio. L’attaccante cileno è in scadenza a giugno 2017 e potrebbe essere una valida alternativa a Matri, peraltro quasi a costo zero.

© Riproduzione Riservata