Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

aron gunnarsson

I tifosi del Bologna si mobilitano per il vichingo Gunnarsson

Qualche giorno fa vi avevamo raccontato di un primo contatto tra il Bologna e Aron Gunnarsson, capitano della Nazionale islandese che tanto bene sta facendo agli Europei di Francia. Ebbene, nelle ultime ore i tifosi rossoblù che stanno ammirando le gesta del barbuto centrocampista, balzato agli onori della cronaca anche per aver fatto partire il cosiddetto Geyser Sound (un battimani ritmato eseguito insieme ai propri tifosi) dopo lo storico successo sull’Inghilterra negli ottavi di finale, si sono mobilitati su Facebook creando un evento dal titolo ‘Convincere il Bologna a comprarci Gunnarson’ e descrivendo il loro beniamino in modo simpatico e affettuoso: «Gunnarsson. Un giocatore vero, che fatica tutto l’anno a far legna per l’inverno, le cui rimesse laterali sono più insidiose di una punizione di Brienza, la cui barba ha ispirato Moscardelli ma che “non è solo legna e rimesse laterali, sto qui ha anche talento”, secondo il maestro Adani. Ben più di un leader in campo, ben più di un ultras fuori. In poche parole: un uomo vero».
Il giocatore, 27 anni e una valutazione di mercato attorno ai 2 milioni, è sotto contratto fino al 2018 con il Cardiff City, club della Championship inglese con cui dal 2011 ad oggi ha disputato 197 partite e realizzato 20 gol. Di recente suo entourage lo ha proposto al d.s. Riccardo Bigon, che da quanto ci risulta ha preso tempo per valutare al meglio il suo profilo e capire se possa fare al caso del progetto tecnico-tattico di Roberto Donadoni. Una cosa è certa, questo vichingo dal cuore grande e dai polmoni infaticabili ha già conquistato Bologna, e se davvero dovesse sbarcare sotto le Due Torri verrebbe accolto a braccia aperte dal popolo del Dall’Ara, pronto a vederlo lottare su ogni pallone e a scatenarsi insieme a lui dopo ogni vittoria.