Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Umar Umar Sadiq con la maglia della Roma

Prima la cessione di Diawara, poi qualche ritocco di qualità. Ma senza fare follie

Come abbiamo sottolineato a più riprese, anche a rischio di essere considerati dei menagrami, è giusto che i tifosi del Bologna sognino ma è altrettanto giusto ricordare che il piano triennale di investimenti stabilito dal patron Joey Saputo prevede dei paletti ben precisi oltre i quali si è già sconfinato. Il magnate canadese non ha concesso extra budget ai suoi dirigenti e bisognerà ora capire come e in quale percentuale verranno reinvestiti i soldi provenienti dall’ormai imminente cessione di Amadou Diawara (19) al Napoli.
Premesso che ancora non si conoscono le modalità di pagamento, ovvero se la società partenopea verserà il totale in una o più tranche (formula ormai molto diffusa che anche i rossoblù potranno utilizzare per le future operazioni in entrata), e che qualche migliaio di euro potrebbe perdersi come spesso avviene in commissioni per l’entourage del calciatore, tutti ci aspettiamo che almeno una parte di questo denaro venga utilizzata per rinforzare la rosa a disposizione di Roberto Donadoni. Come? Per l’appunto, senza fare follie, ma muovendosi con criterio.
Certamente arriverà un sostituto del centrocampista guineano, anche se con caratteristiche un po’ diverse, e nonostante il rallentamento degli ultimi giorni ci riferiamo a Blerim Džemaili (30): al di là delle parole di stima nei confronti del Galatasaray (non tutti scappano senza presentarsi in ritiro, semplicemente c’è chi preferisce comportarsi da serio professionista), lo svizzero ha praticamente trovato l’accordo con il Bologna, che a sua volta dovrà fare un altro piccolo passo avanti nei confronti del club di Istanbul.
E certamente arriverà un altro attaccante, ovvero Umar Sadiq (19), molto giovane ma ritenuto già pronto per un ruolo importante sul palcoscenico della Serie A, come ha peraltro dimostrato nella scorsa stagione ogni volta che è stato schierato con la maglia della Roma. Non importa se sarà disponibile solo nella seconda metà di agosto per via delle Olimpiadi, non importa se Floccari è fermo ai box e se Destro è ancora in ritardo di condizione, i felsinei puntano forte sul nigeriano classe 1997 (operazione del tutto slegata dal nome e dal destino di Diawara) e nel contempo confidano in un pieno e relativamente rapido recupero degli altri due centravanti, in particolare del numero 10, per la prima giornata di campionato.
Per concludere in bellezza, ci sarà spazio per una ciliegina sulla torta? Difficile dirlo al momento, resta però forte l’interesse per il gioiello dell’Empoli Riccardo Saponara (24), che sotto le Due Torri verrebbe di corsa e che trovando la giusta formula con il presidente dei toscani Fabrizio Corsi (magari un pagamento dilazionato) il Bologna abbraccerebbe all’istante. Sullo sfondo, la suggestione Mario Balotelli (25), tra le solite perplessità sul ragazzo e un abboccamento iniziale con il suo agente Mino Raiola, al fine di capire se ci siano le condizioni economiche per trasformare una sorta di sogno di mezza estate in una possibilità concreta.

© Riproduzione Riservata