Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Articoli : 0
Totale Parziale : 0,00
Mostra Carrello Cassa

Quattro acquisti, poi un lungo silenzio: il mercato del Bologna ha bisogno di una scossa

Quattro acquisti, poi un lungo silenzio: il mercato del Bologna ha bisogno di una scossa

Momento di impasse sul mercato per il Bologna. È dal 19 luglio, infatti, che il club di Joey Saputo non chiude un’operazione in entrata. L’ultima ufficializzazione è stata quella di Cesar Falletti (quasi un mese fa), anche se l’uruguaiano era a disposizione di Roberto Donadoni già da diversi giorni. Gonzalez, De Maio, Poli, poi anche la cattiva sorte ci ha messo lo zampino, tra i problemi di salute che hanno colpito Felipe Avenatti (ad oggi non tesserato) e l’infortunio al ginocchio occorso all’ex trequartista della Ternana.
Nel complesso la rosa attuale, pur molto ampia sul piano numerico, pecca comunque in un ruolo chiave. In particolare, si porta dietro il solito problema: manca l’alter ego di Destro. Lo dicevamo due anni fa, è stato sotto gli occhi di tutti la scorsa stagione, e ancora oggi la falla è aperta. Inoltre, quella che prenderà il via fra dieci giorni si prefigura come una Serie A più equilibrata e insidiosa di quella 2016-2017, perché almeno sulla carta non sembrano esserci tre squadre materasso, e oggi come oggi i rossoblù sono circa sugli stessi standard della scorsa stagione.
Proprio per questo urgono un paio di innesti importanti: l’esordio in campionato contro il Torino è già all’orizzonte, e arrivarci con qualche sicurezza in più servirebbe ad evitare che il Dall’Ara torni subito ad essere terra di conquista. Non sta a noi fare nomi o dare suggerimenti, perché il fantacalcio è un gioco mentre il calciomercato è un mestiere vero e difficile, ma in attesa di un rinforzo di spessore teniamo le antenne dritte.

© Riproduzione Riservata