Riccardo Saponara in Empoli-Udinese

Se il Bologna vuole Saponara deve fare in fretta, c’è il Napoli alle porte

È notizia di questa mattina che la Juventus, dopo aver fatto svolgere in quel di Madrid le visite mediche a Gonzalo Higuain (29), sarebbe sul punto di pagare al Napoli la clausola rescissoria di 94,7 milioni e assicurarsi le prestazioni del centravanti argentino. Vi starete chiedendo, cosa c’entra il Bologna in tutto questo? Ebbene, pare che i primi due giocatori su cui si getterà il club di De Laurentiis con il maxi ricavato di questa cessione saranno Carlos Bacca (29) del Milan e Riccardo Saponara (24) dell’Empoli, con quest’ultimo che come vi abbiamo più volte raccontato è un obiettivo reale anche se mai apertamente dichiarato dei rossoblù.
Premesso che nella rosa a disposizione di Donadoni ci sono già altri giocatori con caratteristiche uguali o simili a quelle del ragazzo di Forlì, e che la società felsinea sembra aver puntato forte soprattutto su Simone Verdi, Saponara è ancora nel mirino del d.s. Riccardo Bigon, che farà rientro sotto le Due Torri lunedì insieme all’a.d. Claudio Fenucci dopo aver fatto il punto della situazione a Montreal con il patron Joey Saputo. Ora però il tempo stringe, il caos generato dal comportamento di Amadou Diawara (19) ha complicato e non poco i piani del club (specialmente in termini di liquidità da reinvestire sul mercato), e solo un intervento diretto del magnate canadese potrebbe consentire ai due dirigenti di andare all’assalto del numero 5 empolese.
Se il Bologna vuole Saponara dovrà agire subito, senza dare il tempo di sedersi al tavolo delle trattative ad un Napoli carico di denaro. Napoli che attualmente gioca con il 4-3-3 ed è ben coperto anche nel settore delle mezzali, ma dove il fantasista romagnolo ritroverebbe il suo mentore Maurizio Sarri, che lo ha già inserito nella lista dei desideri per il dopo Pipita.

© Riproduzione Riservata