Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Spinazzola in standby, per il Bologna spunta l'idea Basta

Spinazzola in standy, per il Bologna spunta l’idea Basta

Vista la gravità dell’infortunio occorso a Juan Cuadrado, che dopo l’intervento al menisco e alla cartilagine del ginocchio sinistro resterà lontano dai campi per tre mesi (inizialmente si pensava ad una terapia conservativa con tempi di recupero notevolmente ridotti), la Juventus ha deciso di congelare la cessione in prestito di Leonardo Spinazzola (25) al Bologna. Se ne riparlerà – eventualmente – negli ultimi giorni di mercato, dopo il rientro in gruppo dell’altro infortunato João Cancelo.
Il d.s. rossoblù Riccardo Bigon ha quindi ricominciato a guardarsi attorno in cerca di un rinforzo per le fasce, valutando elementi capaci di giocare sia come terzini in una difesa a quattro che come esterni in un centrocampo a cinque. È così tornato d’attualità il nome di Andrea Rispoli (30) del Palermo, già sondato la scorsa estate, insieme a quelli di Ervin Zukanovic (31) del Genoa e Federico Ceccherini (26) della Fiorentina, quest’ultimo più centrale che laterale per caratteristiche.
Una nuova pista conduce poi a Dusan Basta (34) della Lazio, idea nata dopo un recente confronto tra i fratelli Inzaghi. L’ex Stella Rossa e Udinese andrà in scadenza a giugno, e ha ottenuto dal presidente biancoceleste Claudio Lotito (col quale ha un ottimo rapporto) il via libera per lasciare Roma a parametro zero già nel corso del mercato di gennaio. Il serbo gradirebbe la destinazione felsinea e il Bologna sta valutando con attenzione il suo profilo, quello di un calciatore non più giovanissimo ma di sicuro affidamento. Per far sì che il suo sbarco sotto le Due Torri si concretizzi, Basta dovrebbe però accettare di decurtarsi l’attuale ingaggio, pari a 800 mila euro netti.

© Riproduzione Riservata