Ricambiare l'affetto di Verdi e farne il simbolo del Bologna: niente è impossibile, se lo si vuole davvero

Verdi-Bologna, rinnovo vicino. I nomi caldi restano Bradaric, De Maio e Gonzalez

Sempre più vicino il rinnovo contrattuale di Simone Verdi (24) con il Bologna. Gli incontri fra la dirigenza rossoblù e l’agente del fantasista Giovanni Branchini hanno dato esito positivo, il nero su bianco è ormai ad un passo: per il numero 9 prolungamento fino al 2022 e adeguamento dell’ingaggio dai 300 mila euro attuali a circa 700 mila.
Sono giorni importanti anche relativamente alla trattativa con il Rijeka per portare sotto le Due Torri il centrocampista croato Filip Bradaric (25): su di lui c’è anche il Sassuolo, ma il club di Joey Saputo è in vantaggio e sembra pronto a sferrare l’assalto finale.
Capitolo difesa: i nomi caldi sul taccuino del d.s. Riccardo Bigon restano quelli di Giancarlo Gonzalez (29) del Palermo e di Sebastien De Maio (30) dell’Anderlecht. Tutta in discesa la strada per il costaricano, mentre per quanto riguarda il francese (che intende spostarsi solo a titolo definitivo) c’è da superare la concorrenza di Sampdoria e Atalanta. Se gli orobici dovessero spuntarla potrebbero mollare la presa su Gabriel Paletta (31), in uscita dal Milan e pupillo di Roberto Donadoni fin dai tempi di Parma.
Infine, nelle ultime ore è circolata la voce di un forte interesse del Bologna per Manuel Pucciarelli (25) dell’Empoli, ma al momento i felsinei sono alla ricerca di un attaccante con altre caratteristiche.

© Riproduzione Riservata