Bigon:

Bigon: “Per Sadiq tempi di recupero più lunghi del previsto. Siamo soddisfatti del lavoro svolto”

Dopo l’amministratore delegato Claudio Fenucci, che aveva parlato nei giorni scorsi, e il club manager Marco Di Vaio, intervenuto ieri, oggi è stato Riccardo Bigon a introdurre due dei nuovi acquisti di questa sessione di mercato, Umar Sadiq e Federico Viviani. Il d.s. ha ovviamente tracciato anche un bilancio delle trattative delle scorse settimane e parlato della situazione tra i pali, visti i problemi di Antonio Mirante e Alfred Gomis.

Le condizioni di Sadiq – «I tempi di recupero sono un po’ più lunghi di quelli che ci aspettavamo: ha avuto una botta alla caviglia e valuteremo con i sanitari. Sarebbe in ogni caso squalificato in vista della gara con il Cagliari, quindi valutiamo le sue condizioni per la partita successiva: ci sarà se non tra una, tra due settimane».

La situazione tra i pali  «E’ ovviamente un argomento delicato, innanzitutto per la persona Antonio Mirante. Abbiamo ricevuto notizie confortanti dai medici che lo stanno seguendo e speriamo di poterne ricevere ancora. In ogni caso, la squadra prosegue il suo cammino. Abbiamo tesserato Gomis nell’ultimo giorno di mercato, ma la fortuna non ci ha aiutato e adesso stiamo valutando. Da Costa ci dà comunque garanzie e Sarr è un ragazzo di prospettiva che in questi due mesi è migliorato tanto. Dobbiamo in ogni caso valutare i tempi di recupero di Mirante e Gomis e valutare se conviene o meno intervenire ancora sul mercato. Valuteremo nei prossimi due giorni, Gomis sarà operato domani e su Mirante avremo indicazioni precise la settimana prossima.  Stiamo sondando i giocatori svincolati, cerchiamo quelli con più esperienza in Serie A ma non sono comunque tanti i nomi in ballo».

Il mercato – «Tutti gli obiettivi che avevamo li abbiamo portati a casa, ma naturalmente sarà poi il campo a giudicare. Il campionato è come una maratona, per cui occorrono resistenza e fiducia nelle nostre qualità: a fine campionato sapremo poi se il lavoro che abbiamo fatto è stato buono oppure no. L’interesse del Crotone per Crisetig si è sviluppato alla fine del mercato, anche l’operazione di Sadiq si è conclusa alla fine ma stavamo seguendo il giocatore da ben prima delle Olimpiadi. Cerci? E’ stata una possibilità nata da una possibile uscita di Mounier, niente di strano».

La squadra – «Il percorso di questa squadra per forza di cose dovrebbe portare ad un miglioramento naturale del gruppo, ma oggi non si può sapere con certezza come andrà. Il nostro gruppo è giovane, ma ci sono comunque anche 9 giocatori che hanno più di 30 anni. Ritengo che la rosa sia omogenea, in questo momento siamo soddisfatti del lavoro fatto».

La stagione – «In serie A nessuna squadra può pensare a priori di disputare una stagione facile, ogni partita è una insidia e noi ci giocheremo le nostre carte su tutti i campi. Il gol non li fa solo il centravanti, così come non è solo il portiere a dover respingere gli attacchi avversari. Per quanto riguarda il nostro reparto offensivo sono tranquillo, possiamo contare su di un grandissimo attaccante come Destro e su due altre punte di valore come Floccari e Sadiq. Nessuna squadra del nostro livello ha fatto acquisti alla Gabbiadini. La squadra deve vincere tutta insieme e tutti stiamo lavorando per raggiungere i nostri obiettivi. Pur avendo fatto più gol su palla inattiva lo scorso anno, il Verona è retrocesso: ad inizio campionato chi lo poteva dire?».