Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

De Leo:

De Leo: “Ritroviamo leggerezza e coraggio davanti ai nostri tifosi”. Tanjga: “Lo choc per il ritorno di Sinisa non deve essere una scusa”

Per presentare la sfida che attende il Bologna, ovvero il derby contro la Spal in programma domani sera al Dall’Ara, questa mattina si sono presentati in conferenza stampa a Casteldebole sia il collaboratore tecnico Emilio De Leo che l’allenatore in seconda Miroslav Tanjga. Ecco le dichiarazioni rilasciate dai due componenti dello staff di Sinisa Mihajlovic, che oggi ha fatto ritorno a Casteldebole dopo aver completato il primo ciclo di cure:

De Leo: facciamo felice il Dall’Ara – «Sappiamo che al Bentegodi avremmo potuto fare di più e il pareggio ci ha punti nell’orgoglio. Domani ci sarà una grande cornice di pubblico e non vogliamo deludere i nostri tifosi».

Tanjga: ci è mancato il gol – «A Verona abbiamo creato diverse occasioni, soprattutto nel primo tempo, ma non siamo riusciti a raddoppiare, e nonostante i cambi e alcune accortezze tattiche non siamo arrivati alla vittoria».

De Leo: flessibilità e personalità – «Le partite si giocano molto anche sugli imprevisti, e in quelle situazioni deve uscire il nostro carattere. Chi va in campo deve prendersi le sue responsabilità al di là dei dettami tattici, e giocare con leggerezza».

De Leo: legame fortissimo col mister – «Conosco Mihajlovic da anni e gli sono riconoscente, riaverlo tra noi è stato come riabbracciare il nostro condottiero, ci siamo immediatamente ritrovati nello strutturare il lavoro».

Tanjga: lo choc emotivo non sia un alibi – «Per me rivedere Sinisa non è stata una sorpresa, sapevo che sarebbe rientrato. Per tutti i calciatori invece è stato uno choc, per alcuni positivo e per altri meno, ma l’emozione per la sua presenza non può scusare una prestazione sottotono. Riguardo la partita con la Spal ho delle buone sensazioni».

De Leo: Medel colma un vuoto – «Medel è un innesto importante, un acquisto di valore che colma una lacuna in mezzo al campo. Ci darà una grande mano in fase difensiva, e gli andrà affiancato un giocatore con più gamba e più predisposizione agli inserimenti. Oggi svolgerà la prima seduta col gruppo e di solito un allenamento non basta per andare subito in campo, ma conoscendo il mister sono aperto a tutto».

De Leo: tante frecce al nostro arco – «Non è tempo di stabilire gerarchie, bensì di essere efficaci. I giocatori offensivi possono variare di partita in partita a seconda delle esigenze: disponiamo di un pacchetto composto da calciatori con caratteristiche diverse, ma tutti ben integrati nel gruppo».

De Leo: Spal, chiara identità tattica – «È una squadra che si basa su idee di gioco chiare, cosa che a inizio campionato rappresenta un vantaggio. Alternano concretezza e imprevedibilità, e credo ci sia empatia tra l’allenatore e i suoi giocatori. Noi, dal canto nostro, dobbiamo ritrovare coraggio».

De Leo: nessuno fermi ‘il Trattore’ – «Dijks ha la ferma volontà di migliorare in fase difensiva, ma noi vogliamo mantenere l’equilibrio trovato lo scorso anno, senza frenare le caratteristiche individuali di nessuno. Le nostre richieste non sono cambiate, l’obiettivo è mantenere la spinta di certi giocatori».