Rassegna stampa 09/05/2017

Donadoni: “Stiamo procedendo bene. In Austria capiremo meglio dove intervenire”

Al termine del match perso per 1-0 contro i ceceni del Terek Grozny, Roberto Donadoni ha fatto il punto sul ritiro di Castelrotto, che si concluderà ufficialmente lunedì, e sulla situazione in casa rossoblù. Di seguito, suddivise per argomenti principali, tutte le sue dichiarazioni.

Prima fase di ritiro al termine – «Stiamo procedendo bene, siamo in linea con il nostro programma. Quella della preparazione è una fase complicata, c’è ancora da lavorare tanto ma abbiamo tutto il tempo per arrivare al campionato nelle migliori condizioni».

La partita di Nagy – «Nagy mi è piaciuto, chiaramente deve ancora capire come gioca la squadra e addentrarsi nella filosofia del calcio italiano, visto che proviene da una scuola un po’ diversa, ma mi sembra un ragazzo davvero promettente».

Squadra troppo leggera? – «Non conta il peso, la stazza, conta la reattività, la determinazione, la volontà nell’andare a contrastare l’avversario. Questo è l’atteggiamento che voglio sempre vedere, grinta e cattiveria agonistica».

Krejčí, buon piede ma non solo – «Krejčí non è bravo solo a battere le punizioni. Anche lui deve amalgamarsi al resto della squadra ma è in buone condizioni e crescerà ancora. Oggi aveva un problema all’alluce del piede che lo ha un po’ limitato, ma ho apprezzato la sua voglia di fare».

Tattica e gambe pesanti – «Ieri ci siamo schierati con il 4-2-3-1 e oggi con il 4-3-3, provando a ruotare e gestire al meglio tutti i giocatori presenti in ritiro. La fatica si è fatta sentire ma è normale quando si giocano due partite di fila, le abbiamo organizzate così proprio per questo».

Il mercato – «In questo periodo si sentono tanti nomi ma il mercato non finisce qui, vedremo strada facendo. L’idea è quella di utilizzare il periodo in Austria per ragionare, valutare ancora la rosa e capire meglio dove intervenire. In organico abbiamo giocatori con determinate capacità relativamente al nostro contesto. Vedremo se ci sarà la possibilità di migliorare ancora in termini di qualità».

Il recupero di Destro – «Mattia sta rispettando il suo programma di allenamento e conto di vederlo in campo quando prima. Già a Kitzbuhel? Me lo auguro, almeno un po’».

Il calendario – «Debuttare con il Crotone o con la Juventus non cambia niente in termini di preparazione, andiamo avanti per la nostra strada come normale che sia».

Foto: bolognafc.it