Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Donadoni:

Donadoni: “Vincere a Verona per scalare la classifica. Spero che Verdi rimanga fino a giugno”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate questa mattina in conferenza stampa dal tecnico rossoblù Roberto Donadoni, alla vigilia di Chievo-Bologna.

A Verona per vincere – «Non chiamiamolo ‘scontro salvezza’, noi domani vogliamo fare tre punti per proiettarci in una bella posizione in classifica. Affronteremo una squadra reduce da una sconfitta, ma quest’anno il Chievo ha dimostrato di saper giocare bene in verticale, e noi dovremo essere bravi a non concedere loro degli spazi. Sarà molto importante anche riuscire ad anticiparli sempre sulle seconde palle, perché so che Maran in settimana ha stimolato i suoi ragazzi, rimproverandoli perché ultimamente sono un po’ carenti sotto questo aspetto. Noi non dovremo farci trovare impreparati».

Chi gioca e chi no – «Solo Palacio e Di Francesco non saranno a disposizione, Rodrigo ha qualche problema e a Federico manca poco per ottenere il via libera. Falletti ora sta bene, e le statistiche lo dimostrano, ma è difficile che possa partire da titolari. Non ho dubbi sulla titolarità di Mirante, giocherà lui, ho un paio di dubbi in altri ruoli che scioglierò nel prossimo allenamento».

Tutto chiarito con Destro – «Quando è uscito dal campo ha sorriso per frustrazione, ogni giocatore reagisce a modo suo. Questo non ha cambiato niente nel rapporto tra me e Mattia, che è rimasto esattamente com’era».

Voci di mercato – «Io mi auguro che un giocatore come Verdi possa rimanere, così come tutti gli altri ragazzi. Spero di arrivare a giugno con questi, poi nella finestra estiva si vedrà. È pur vero che se l’uscita di un giocatore permettesse l’entrata di tre elementi di valore, credo che per la squadra sarebbe una crescita».