Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi:

Inzaghi: “Frosinone squadra quadrata ma bisogna vincere. Orsolini lo vedo più mezzala, Destro può essere un risorsa a gara in corso”

È tempo di leccarsi le ferite che si sono aperte nel derby con la Spal e ripartire da quanto di buono il Bologna aveva fatto contro il Padova. Non ci saranno Palacio e Paz, Destro è a mezzo servizio e mancherà anche il lungodegente Donsah, ma Pippo Inzaghi non vuole piangersi addosso ed è convinto di poter conquistare ugualmente i tre punti. Ecco tutte le dichiarazioni rilasciate questa mattina dal tecnico rossoblù in conferenza stampa a Casteldebole:

Spal, capitolo chiuso – «Ho riguardato la partita e non abbiamo fatto male, nonostante giocassimo contro una squadra che interpreta da quattro anni quello che noi interpretiamo da un mese. Abbiamo preso un gol da trenta metri e abbiamo avuto più di un’occasione per segnare, sintomo che la squadra sta bene».

Frosinone, ti conosco – «Non cambierò il modulo, ma certamente dovrò correggere alcune cose. Ho già affrontato il Frosinone l’anno scorso con il Venezia e posso dire che è una squadra molto quadrata contro cui si rischia di faticare, se non si interpreta la partita alla perfezione. Peccato per le porte chiuse, non è calcio se si gioca in uno stadio vuoto, e soprattutto non capisco che colpe debbano scontare i tifosi del Bologna per non poter seguire la squadra in trasferta».

Fuori Palacio, dentro Orsolini? – «Rodrigo è un giocatore importante per noi, ma credo che il Frosinone si possa battere anche senza di lui. Orsolini è un giocatore che potenzialmente potrebbe sostituirlo ma al momento lo vedo meglio come mezzala, può darci quel tocco in più».

Falcinelli sì, Destro forse – «Falcinelli sta bene e giocherà sicuramente, in base ai prossimi allenamenti valuterò chi mettere al suo fianco. Santander è in forma, domenica avrebbe dovuto fare un’ora ma poi la partita ha preso una piega diversa. Mattia c’è, non ha i novanta minuti nelle gambe ma potrà essere una risorsa a gara in corso».

Difesa promossa con riserva – «Mi è piaciuto come abbiamo difeso contro la Spal, ma dobbiamo migliorare dal punto di vista della costruzione. Sono comunque fiducioso, i ragazzi stanno lavorando nel modo giusto».

Bene Dijks – «Mitchell ha tanta voglia di imparare, è uno di quelli che sta crescendo di più».

Mbaye più esterno che centrale – «Per caratteristiche penso che Ibra possa fare meglio il quinto di centrocampo, su entrambe le fasce. A destra fin qui ho sempre scelto Mattiello, ma sono entrambi giocatori importanti».

Calendario insidioso – «Per come è fatta questa squadra, in un certo senso sarà più facile giocare contro Inter e Roma. Adesso però dobbiamo restare concentrati solo sul Frosinone, domani sera bisogna portare a casa i tre punti».

Guardiamo al presente – «Non dobbiamo portare negatività e quindi meglio non pensare più alla passata stagione. Questo è un campionato nuovo, guardarsi alle spalle non serve».

Lotito e quella frase sullo staff – «Parliamo di niente, voleva un mio preparatore. Questa storia non va neanche commentata».