Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi: “La formazione è un rebus, Orsolini può avere una maglia. Il Torino ha qualità ma noi abbiamo grande cuore”

Inzaghi: “La formazione è un rebus, Orsolini può avere una maglia. Il Torino ha qualità ma noi abbiamo grande cuore”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Bologna Filippo Inzaghi alla vigilia della delicata sfida casalinga contro il Torino.

Torino, qualità da vendere – «I granata sono una grande squadra, basti pensare che possono permettersi il lusso di tenere in panchina giocatori del calibro di Zaza e Soriano. Hanno tanta qualità a centrocampo, penso a giocatori come Rincon e Baselli, e uno dei migliori attacchi della Serie A. Dobbiamo sperare che non siano al meglio, e di contro noi dobbiamo giocare come abbiamo fatto con Roma e Udinese, dimostrando di cosa siamo capaci».

Chance per Orsolini – «Scegliere l’attaccante da affiancare a Santander non è facile, perché Palacio, Falcinelli e Orji non sono al meglio. Orsolini? È un talento che non dobbiamo bruciare, non dobbiamo scordarci che finora ha giocato poche partite in serie A. Vederlo dal primo minuto è una possibilità ma non come seconda punta, più probabile come esterno largo o eventualmente dietro gli attaccanti. Per quanto riguarda Pulgar, ora tutti dicono che deve necessariamente rientrare perché abbiamo perso con il Cagliari, mentre dopo la sua espulsione si diceva che sarebbe stato meglio tenerlo in panchina. Io non ascolto queste voci, metto in campo e chi sta meglio e non c’è dubbio che recuperare lui e Poli per noi sia importantissimo».

Imbarazzo della scelta, più o meno… – «Gli unici indisponibili saranno Krejci e Mattiello, gli altri sono tutti convocati compreso Svanberg, nonostante con il gruppo si sia allenato una sola volta. Sto valutando chi far giocare in attacco, Falcinelli non è al meglio e devo sceglierne uno tra lui e Palacio al rientro. Altri giocatori hanno qualche problemino e stiamo cercando di recuperarli, come Donsah che oggi farà un tempo con la Primavera per ritrovare minutaggio, o Poli che non so se potrebbe reggere tutta la partita».

Troppa negatività – «Non è alla partita contro il Cagliari che dobbiamo pensare, ma a quelle contro Roma e Udinese. In quelle gare abbiamo mostrato di avere grande cuore e di poter rendere orgogliosi i nostri tifosi, dobbiamo imparare a farlo con più costanza».