Sempre e Comunque
shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

Inzaghi:

Inzaghi: “Sento la fiducia della società. Dobbiamo eliminare i cali di tensione e vincere qualche partita sporca in più”

Di seguito, suddivise per argomenti principali, tutte le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Bologna Filippo Inzaghi questo pomeriggio in conferenza stampa a Casteldebole, alla vigilia della delicata trasferta sul campo della Sampdoria.

Samp ottima squadra – «Conosciamo il valore della Sampdoria, una squadra che sole poche giornate fa era la miglior difesa del campionato e ha giocatori di spicco come Quagliarella e Defrel. Ai miei ragazzi posso solo dire che devono ripetere quello che mi hanno mostrato in allenamento questa settimana, andando alla ricerca della continuità».

Modulo e risultati – «Nelle ultime uscite abbiamo cambiato modulo per permettere a Orsolini di dare il meglio, ma non esistono insicurezze riguardo alla disposizione di gioco. Quello che conta veramente è l’interpretazione, nelle ultime partite abbiamo vinto poco ma anche perso poco, e se non abbiamo ottenuto più spesso i tre punti non è solo per demerito nostro».

Tensione sempre alta – «La giusta mentalità non è mai mancata, se non nella trasferta di Cagliari. Contro la Fiorentina, invece, ci siamo compassati dopo aver subito il loro primo tiro, nonostante un buon inizio. È su questo che dobbiamo lavorare, eliminare i cali di tensione e vincere qualche partita sporca in più».

Centrocampo: le assenze… – «Donsah si sta portando dietro un infortunio molto serio, domani verrà in panchina e forse potrà ritagliarsi uno spazio di una ventina di minuti, lo valuteremo bene in Coppa Italia contro il Crotone. Dzemaili per domani non sarà sicuramente disponibile, spero di averlo martedì sera».

…e le difficoltà – «È vero, mi aspettavo più gol dal centrocampo e non pensavo avrebbe avuto queste difficoltà, ma è tutta la squadra che sta faticando. Serve pazienza però, perché è indubbio che rispetto a due mesi fa siamo cresciuti».

Serenità e fiducia nonostante la classifica – «Una posizione di classifica più tranquilla aiuterebbe i ragazzi a fare meglio, ma al momento avere un punto in più o uno in meno non cambierebbe niente: l’acqua alla gola, per così dire, ce l’abbiamo già dalla prima giornata. Io però sono sereno, faccio un lavoro che espone a grandi rischi ma sento la fiducia di tutti».

Formazione per Marassi – «Ho ancora qualche dubbio: se giocherà Orsolini avremo la difesa a quattro, altrimenti ci schiereremo a tre. Tutti i quinti di centrocampo sono disponibili, e Nagy-Pulgar è un altro dei ballottaggi su cui sono indeciso. Palacio è generoso di natura, è difficile privarsene ma dovrò gestirlo. Domani o in Coppa Italia Rodrigo lascerà un po’ di spazio a Falcinelli».